Per i viaggiatori.

Il corridoio di 4 metri lungo l’asse del San Gottardo è un valore aggiunto anche per il traffico viaggiatori. Nei prossimi anni le FFS continueranno ad ampliare la loro offerta lungo questa tratta storica. Con la messa in servizio delle gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri prevista rispettivamente alla fine del 2016 e alla fine del 2020, la durata degli spostamenti tra la Svizzera tedesca e il Ticino o l’Italia verrà accorciata notevolmente. A titolo di esempio, un viaggio da Zurigo a Lugano durerà meno di due ore. Dalla fine del 2020, in effetti, tra la Svizzera tedesca e il Ticino sarà possibile risparmiare fino a un’ora sui tempi di percorrenza.

Oggi il San Gottardo è attraversato da 9000 persone ogni giorno. Questi miglioramenti consentiranno di raddoppiare entro il 2020 il numero di viaggiatori lungo l’asse del San Gottardo. Le FFS prevedono già 15 000 viaggiatori al giorno entro il 2020. Per far fronte all’aumento dei passeggeri, entro lo stesso anno le FFS dovranno dotarsi di nuovi treni. Il corridoio di 4 metri permetterà l’impiego di treni bipiano: i passeggeri potranno così recarsi a nord o a sud delle Alpi in tutta rapidità e comodità anche nei periodi di maggiore traffico, come i fine settimana o le ferie.

Ulteriori contenuti

Qui segue uno spazio pubblicitario, può includere contenuto esterno non accessibile.

Pubblicità

Qui segue uno spazio pubblicitario, può includere contenuto esterno non accessibile.

Pubblicità