I fiori all’occhiello del nuovo asse nord-sud del San Gottardo.

Una galleria primatista mondiale merita fermate e stazioni di livello adeguato. Per questa ragione le FFS stanno verificando le condizioni delle stazioni sull’asse nord-sud sistemandole laddove necessario.

La stazione di Bellinzona ne è un esempio lampante. Lo sviluppo dello storico fabbricato e dell’area della stazione è andato di pari passo con la costruzione della ferrovia del San Gottardo, negli anni dal 1874 al 1882. Il nodo ferroviario di Bellinzona è di fondamentale importanza per la regione: oltre 13 000 viaggiatori vi transitano quotidianamente nel tempo libero oppure per recarsi al lavoro o al luogo di formazione. Con la messa in servizio della galleria di base del San Gottardo, nel 2016, e di quella del Ceneri, nel 2019, si stima che il numero di viaggiatori in stazione salirà a 25 000.

Le FFS tengono conto di questo aspetto e da luglio 2014 stanno completamente rimodernando e ampliando la stazione di Bellinzona. L’area della stazione viene valorizzata e promossa con spazi per negozi e attività gastronomiche nonché nuove superfici per uffici e servizi in ottima posizione. Quale punto di partenza centrale, il nuovo atrio luminosissimo unisce diversi spazi commerciali, il nuovo Centro viaggi FFS e le offerte gastronomiche. Le FFS investono circa 36 milioni di franchi per ampliare e modernizzare la stazione di Bellinzona.

I lavori di ammodernamento e ampliamento procedono a pieno ritmo affinché, in veste di simbolica «porta sul Ticino», la nuova stazione di Bellinzona possa accogliere i viaggiatori in tempo per la messa in servizio della galleria di base del San Gottardo a dicembre 2016.

Nuovo splendore per la stazione di Lugano.

La stazione della città più popolosa del Ticino, quella di Lugano, è già stata riqualificata. Con i lavori di ammodernamento e rinnovo durati quasi tre anni, per circa 19 milioni di franchi, la stazione di Lugano si è arricchita ad esempio di un nuovo e accogliente Centro viaggi FFS. Nei nuovi uffici inoltre ora ospita anche un Centro Medico. Sono ancora in corso i lavori relativi al progetto comune «Atrio» della città di Lugano, del Cantone Ticino e delle FFS, nell’ambito del quale verranno realizzati un nuovo accesso alla ferrovia, una nuova funicolare e un ampliamento dell’offerta di acquisto per soddisfare le esigenze attuali dei viaggiatori.

Ma non dimentichiamo neppure le stazioni minori lungo l’asse nord-sud: ad esempio a nord verranno ristrutturate quelle di Mägenwil, Othmarsingen e Wohlen e a sud saranno tinteggiate a nuovo quelle di Bodio e Lavorgo. Si sta valutando l’adozione di possibili misure anche in altre stazioni.

Ulteriori contenuti