BIM@FFS.

Con il BIM tutti i dati degli impianti dell’infrastruttura ferroviaria e degli immobili vengono registrati digitalmente, collegati tra loro, visualizzati sotto forma di modello virtuale al computer e integrati con ulteriori informazioni sul ciclo di vita dell’impianto, una sorta di gemello digitale dell’infrastruttura ferroviaria o di una stazione.

In questo modo tutte le informazioni sulle parti degli impianti potranno essere richiamate con un semplice clic del mouse e/o la progettazione, la costruzione, la gestione e la manutenzione di nuovi impianti risulterà più efficiente. Anche lo scambio di informazioni all’interno dell’azienda e nei confronti dei partner viene semplificata e standardizzata in modo determinante.

Esempio con e senza BIM.

L’Ufficio federale dei trasporti (UFT) riceve attualmente per una procedura di approvazione dei piani (PAP) di un progetto definitivo progetti e altri documenti stampati su carta e raccolti in corposi dossier. In futuro tali dati sanno disponibili in versione digitale e potranno essere visualizzati, e in seguito quindi elaborati, da diversi stakeholder.