Panoramica.

Tra il 2000 e il 2010 il traffico sull’asse Losanna-Ginevra è raddoppiato, passando da 25 000 a 50 000 viaggiatori al giorno.

Stando alle previsioni delle FFS, quest’ultimo raddoppierà ancora tra il 2010 e il 2030, passando da 50 000 a 100 000 viaggiatori. Per essere sostenibile, la risposta ferroviaria alle esigenze di mobilità della popolazione necessitava di un progetto di grande portata.

In questo ambito, i Cantoni di Vaud e di Ginevra, l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e le FFS perseguono un obiettivo comune: raddoppiare la capacità dei veicoli tra Losanna e Ginevra e permettere, entro il 2030, la realizzazione della cadenza ogni quarto d’ora sulla rete celere regionale vodese (Cully–Cossonay) e la rete celere franco-valdo-ginevrina («Léman Express»). Il raggiungimento di questi obiettivi si basa allo stesso tempo su investimenti legati all’acquisto di nuovi treni e sullo sviluppo delle infrastrutture. Le stazioni di Losanna e Ginevra, attualmente sature nelle ore di punta, saranno considerevolmente trasformate con nuove strutture di accesso, di transito e offerte commerciali.

Qui segue uno spazio pubblicitario, può includere contenuto esterno non accessibile.

Pubblicità

Qui segue uno spazio pubblicitario, può includere contenuto esterno non accessibile.

Pubblicità