Progetto di costruzione.

Il progetto prevede il raddoppio di binario presso Walchwil e delle misure di mantenimento dell’infrastruttura esistente tra Zugo e Arth-Goldau.

Il doppio binario di Walchwil in dettaglio.

L’attuale tratta a binario semplice che si snoda dalla stazione di Walchwil in direzione nord verrà demolita su una lunghezza di 1,7 km e sostituita da un doppio binario. In futuro i treni potranno incrociarsi su una tratta di quasi 2,2 km. Ne conseguono un aumento della capacità e un potenziamento dell’orario. Grazie allo sbarramento della tratta, il tracciato della linea potrà essere leggermente ottimizzato e integrato meglio con il paesaggio. La fermata di Walchwil Hörndli sarà adattata alla nuova geometria del binario, la galleria di Büel ampliata e il viadotto di Sagenbach completato con un secondo ponte.

Con il raddoppio di binario presso Walchwil l’infrastruttura tra Zugo e Arth-Goldau sarà pronta per il traffico ferroviario dei prossimi decenni.

Mantenimento dell’infrastruttura dei manufatti e rinnovo totale degli impianti di binari.

Il mantenimento dell’infrastruttura dei manufatti e degli impianti di binari comprende circa ottanta oggetti tra cui:

  • tracciato ferroviario Zugo–Arth-Goldau
  • viadotto urbano a Zugo
  • sottopassaggi e sovrapassaggi
  • tombinoni

Il tracciato ferroviario esistente (sottostruttura, drenaggio, pietrisco, rotaie, traversine) verrà rinnovato da Zugo ad Arth-Goldau in modo completo e definitivo. Per i manufatti si procederà a un mantenimento dell’infrastruttura o a una costruzione ex novo. Singoli sottopassaggi saranno ampliati. A causa dello sbarramento della tratta, per accedere ai lavori sarà possibile utilizzare il tracciato temporaneamente chiuso tra Zugo Oberwil e Arth-Goldau.

Mantenimento dell’infrastruttura esistente delle gallerie.

Le gallerie tra Zugo e Arth-Goldau saranno predisposte per il transito dei treni bipiano. In particolare sarà necessario adattare sette gallerie ferroviarie a binario semplice, risalenti a circa 115 anni fa: l’altezza delle linee di contatto e lo spazio disponibile saranno modificati e i cavi ad alta tensione verranno fatti passare in un blocco passacavi.

Misure di sicurezza e pericoli naturali.

La tratta ferroviaria Zugo–Arth-Goldau si snoda sul suolo del Comune di Arth lungo il ripido versante occidentale del Rufiberg. In questa zona la tratta ferroviaria è parzialmente esposta a pericoli naturali come colate detritiche di versante, piene, scoscendimenti e caduta di massi. Inoltre, in caso di forti precipitazioni atmosferiche, vi è il rischio di destabilizzazione degli argini. Con la collaborazione di esperti esterni, le FFS hanno elaborato i provvedimenti di protezione, che comprendono la costruzione di argini di protezione, reti di trattenuta e l’ampliamento di una fossa di drenaggio esistente.

Misure ecologiche.

L’area interessata dal progetto lungo la linea ferroviaria Zugo–Arth-Goldau, in particolare la zona del doppio binario presso Walchwil, è caratterizzata da un’elevata biodiversità. Presenta un mosaico di diversi habitat: boscaglia, margini erbosi, prati, pascoli, rocce, torrenti. La sezione a doppio binario presso Walchwil e la restante tratta fino ad Arth-Goldau ospitano una vasta fauna rettile. In particolare ricordiamo le numerose tracce di colubro liscio.

Per il progetto di misure infrastrutturali «Lago di Zugo Est», è importante preservare lo spazio temporaneo e permanente necessario a questi preziosi habitat. Tramite ampie misure ecologiche, l’impatto sulla flora e sulla fauna verrà prevalentemente compensato. Una parte significativa delle misure verrà eseguita prima dell’inizio della costruzione affinché al momento della sollecitazione dovuta ai lavori siano già disponibili nuovi habitat.

Costi, finanziamento e scadenze.

Raddoppio di binario presso Walchwil.

I costi d’investimento sono stimati nell’ordine di grandezza di 90 milioni di franchi. Il finanziamento avviene nel quadro del programma «Sviluppo futuro dell’infrastruttura ferroviaria» (SIF).

Misure di mantenimento dell’infrastruttura esistente.

I costi per le misure di mantenimento dell’infrastruttura esistente tra Zugo e Arth-Goldau ammontano a circa 110 milioni di franchi. Il finanziamento avviene tramite il budget ordinario destinato al mantenimento dell’infrastruttura ferroviaria (convenzione sulle prestazioni tra FFS e Confederazione).

Scadenze.

  • Avvio dei lavori principali: 10 giugno 2019.
  • Avvio dei lavori preliminari: primavera 2019.