Flora.

La fitta rete ferroviaria delle FFS è fiancheggiata da molte centinaia di chilometri di scarpate, limiti del bosco, siepi e alberi isolati davvero preziosi. Questa rete ecologica lungo un’infrastruttura di trasporto fortemente trafficata funge da habitat per molte piante comuni e rare.

Le FFS controllano regolarmente le scarpate e le superfici boscose situate lungo la rete ferroviaria per garantire un traffico sicuro e possibilmente privo di perturbazioni. Tagliano i boschi confinanti, falciano periodicamente le scarpate e rimuovono le piante invasive. La manutenzione di queste superfici è un compito permanente da cui trae beneficio anche la natura. Grazie a queste cure periodiche sono venuti a crearsi limiti del bosco e orlature terrazzati: preziosi habitat estensivi con una grande ricchezza di flora, e tutto questo su una lunghezza di circa 3000 chilometri. Complessivamente le FFS si occupano di circa 4500 ettari di superficie boscosa e di 2700 ettari di scarpate.

Danno grande importanza alla cura di queste superfici nel modo più estensivo possibile tenendo sotto controllo le piante problematiche senza compromettere la biodiversità. Il valore ecologico in parte elevato delle scarpate che fiancheggiano la rete ferroviaria risulta evidente anche dalla presenza di piante rare come le orchidee.

Un esempio modello: orchidea militare.

La rara orchidea militare cresce e prospera in alcuni tratti delle scarpate situate lungo la rete ferroviaria. «Le scarpate sono luoghi importanti per le piante rare, in quanto queste parti di terreno non vengono sfruttate dall’agricoltura né concimate», afferma Marianne Gmünder, specialista di Natura. «Tutto questo ha effetti positivi per le piante, come l’orchidea militare, che prediligono i terreni magri».

Ulteriori contenuti