Vibrazioni.

Nel traffico ferroviario le vibrazioni sono inevitabili. Le FFS fanno tuttavia il possibile per ridurle al minimo adottando tecnologie moderne e misure vantaggiose.

Lo scorrimento delle ruote metalliche sulle rotaie oltre al rumore, produce anche vibrazioni che si propagano tramite il terreno, le fondamenta degli edifici e i muri fino a raggiungere le abitazioni. Chi vive in prossimità dei binari le avverte come scosse oppure come un fastidioso e cupo ronzio. Con le misure attualmente disponibili, procedere a un risanamento capillare genererebbe costi dell’ordine dei miliardi.

Nell’ambito di un progetto dell’UE che si è protratto fino alla fine del 2013, le FFS hanno testato soluzioni economiche per gli impianti di binari esistenti. In una serie di ulteriori analisi, oltre alle traverse suolate esse vagliano anche possibili misure per gli scambi e il materiale rotabile, ad esempio l’inserimento di suole morbide sotto le traverse degli scambi e nuovi materiali per le ruote, volte a ridurre la propagazione delle vibrazioni. A lungo termine si dovrebbe risanare convenientemente l’intera rete.

Traversa suolata.

Una delle misure più promettenti sono le traverse suolate che le FFS stanno testando da ottobre 2011 su una tratta molto trafficata ai piedi meridionali del Giura. Su una lunghezza di oltre 1000 metri di tracciato ferroviario sono stati montati diversi tipi di suole elastiche sotto le traverse. Nei test in corso le FFS valutano l’influsso delle suole sul binario, la riduzione delle oscillazioni e il rumore. Vengono anche delucidati fenomeni poco chiari legati al rumore. Le traverse suolate sono molto meno costose rispetto ai tradizionali tappeti sotto massicciata.

Ulteriori contenuti

Contatti.

Sostenibilità

Hilfikerstrasse 1
Casella Postale 65
3000 Berna

Maggiori informazioni sul tema.