Informazione

L'accesso al Ticket Shop e a Mobile FFS sarà interrotto dal 16.05.2017, ore 22.00, al 17.05.2017, ore 05.00 per lavori di manutenzione.

Aria.

I treni passeggeri delle FFS sono alimentati a corrente elettrica e quindi emettono poco inquinante atmosferico. Fanno eccezione le locomotive diesel utilizzate dalle FFS per operazioni di manovra, nella manutenzione o per la consegna locale di merci.

Per proteggere l’ambiente le FFS hanno gradualmente equipaggiato la loro flotta diesel con filtri antiparticolato, la misura più efficiente contro la fuliggine da diesel. E per ridurre ulteriormente il consumo di diesel della loro flotta, puntano sempre più su locomotive ibride che utilizzano il motore diesel ausiliario solo su tratti che non sono ancora stati elettrificati.

A causa dello sfregamento di ruote, rotaie, freni e fili di contatto, vengono prodotte polveri fini costituite in prevalenza da particelle ferrose. Circa il 50 percento di queste emissioni vengono generate in fase di frenata. Sulla base di studi scientifici, le FFS emettono ogni anno circa 1000 - 1400 tonnellate di polveri fini. Nonostante il quantitativo ridotto di polveri fini causate dall’esercizio ferroviario, le ferrovie cercano di limitare ulteriormente le loro emissioni. Tra le misure adottate segnaliamo l’impiego di freni elettrici anziché meccanici sui treni del traffico viaggiatori e merci. Dal 2008 le FFS istruiscono regolarmente i loro macchinisti in merito a questa tecnica di guida rispettosa dell’ambiente e attenta al risparmio energetico.

La qualità dell’aria nelle stazioni sotterranee.

Una stazione sotterranea funziona quasi come un circolo chiuso. Le sostanze prodotte nell’ambito dell’esercizio ferroviario si depositano nell’ambiente: nel caso di una stazione, su marciapiedi, pareti e nelle acque di scarico delle pulizie. Parte di queste sostanze resta anche nell’aria e viene continuamente sollevata oppure trasportata altrove dai treni. A partire dal 2014 le FFS studieranno come funziona questo circolo di sostanze liberate e depositate nelle stazioni sotterranee nell’ambito di un progetto che si svolgerà nella stazione di ZH Museumstrasse. Lo studio mostra che, grazie all’aumento dell’impiego dei freni elettrici, si riduce l'inquinamento da polveri sottili che non è senz’altro dannoso per la salute della clientela.