Perché Beni Zepter lavora con un grado di occupazione del 100 percento, ma percepisce solo l’80 percento del salario.

Riduzione della durata del lavoro annuale.

«Grazie al mio modello a tempo parziale e con un po’ di congedo non pagato, posso usufruire ogni anno di più mesi di vacanza. Qual è l’aspetto migliore di questa situazione? Che sta bene anche al mio team.»

Beni Zepter viaggia per il mondo da 20 anni. Ha visitato tutti i continenti: è stato in Cina, Australia e diverse volte in Sud America. Il suo modello di durata del lavoro lo rende possibile: per tutto l’anno lavora al 100 percento come venditore di viaggi della stazione di Bülach, ma percepisce solo l’80 percento del salario. Sfrutta poi i periodi di minor traffico per compensare il lavoro straordinario così accumulato. E d’estate, quando tutto funziona a pieno regime, è di nuovo disponibile al 100 percento per il proprio team.

Per lui è indiscutibile il fatto che un simile «modello a tempo parziale stagionale» influisca sulla motivazione delle collaboratrici e dei collaboratori, ma anche sulla loro devozione nei confronti dell’azienda. Fino a quando immagina di poter continuare a lavorare in questo modo? Beni non ci pensa neanche un secondo e risponde: «Fino al pensionamento.»

Ulteriori contenuti