Mélia Stern si gode un viaggio con le ore capitalizzate.

La ventinovenne specialista tecnica Mélia Stern del HR-SSCfriburghese sogna di fare un viaggio negli Stati Uniti. Unviaggio di tre mesi, non così facile da realizzare con sole cinquesettimane di ferie all’anno. Ora però sarà una delle primealle FFS a beneficiare del modello di durata della vita attivaFlexa, con cui i collaboratori possono risparmiare tempo (oresupplementari, premi di fedeltà) e denaro (13esima mensilità,parte del salario annuo). Questo cuscinetto permette adesempio di ottenere un congedo sabbatico prolungato, o diridurre il grado di occupazione a fronte di un salario invariato.Tra cinque anni Mélia Stern intende fare le valigie e dirigersia ovest. «Per ora non ho ancora definito alcun dettaglio,né quando, né come, né dove andare esattamente. Sto peròiniziando a prepararmi in modo mirato a questa avventura.»Senza il modello Flexa, probabilmente, non potrebbe realizzareil suo sogno: «Dovrei lasciare il mio appartamento esenza un reddito difficilmente potrei viaggiare per tre mesi difila.» Per alimentare il suo conto Flexa, Mélia risparmia unaparte del suo stipendio. E poiché non le capita di avere oresupplementari da risparmiare, ricorre a una quota della suatredicesima e ai premi di fedeltà. «Se non ho spese ingenti dasostenere, mi va anche ogni tanto di risparmiare una partedel mio stipendio», spiega. «Farlo non mi pesa: in definitivane il beneficio che ne trarrò in futuro sarà molto più grande»,quando partirà alla conquistadegli Stati.

Ulteriori contenuti