Al ritratto precedente

Karine Masson

Consulente alla clientela aziendale, mattiniera e madre single di una figlia tredicenne.

Al ritratto successivo

Karine Masson: una donna energica da 30 anni alle FFS.

Da 30 anni lavoro in diverse regioni linguistiche: Losanna, Biel/Bienne e attualmente a Briga. Un lavoro che valica i confini linguistici è per me da sempre altamente stimolante. 

La mia carriera.

La mia carriera lavorativa alle FFS è cominciata come consulente alla clientela presso il Centro viaggiatori FFS. Lavorando allo sportello e con orari di apertura prolungati, spesso ero operativa anche nei fine settimana. In compenso, nei giorni feriali potevo godermi le piste da sci e i centri commerciali semivuoti. 

Per il ruolo di consulente alla clientela, la conoscenza delle lingue è fondamentale. Le FFS si sono fatte parzialmente carico dei costi del mio corso di lingua italiana. Grazie al sostegno ricevuto sia in termini finanziari che di orario di lavoro flessibile che mi ha consentito di partecipare a programmi interni ed esterni, mi è risultato possibile, anche come madre single, perfezionarmi a livello professionale e dare forma alla mia carriera secondo le mie aspettative. 

La vita lavorativa quotidiana di una madre single.

In tutti i ruoli che ho ricoperto in passato, ho sempre lavorato con un grado di occupazione al 100%. Dopo la nascita di mia figlia ho usufruito di un congedo di maternità di 18 settimane, dopodiché sono rientrata al lavoro al 50%. Ciò che ho apprezzato maggiormente da parte delle FFS è stata la possibilità di decidere in autonomia l’aumento del mio grado di occupazione. Al momento, infatti, lavoro come consulente alla clientela aziendale al 70%. 

In qualità di madre single, per me è importante poter contare su una routine lavorativa strutturata e sulla libertà di poter gestire anche in modo estemporaneo le diverse situazioni. Su mia richiesta, il mercoledì lavoro solo mezza giornata e trascorro il resto del tempo con mia figlia; motivo in più per apprezzare il fatto che le FFS siano un datore di lavoro così comprensivo. Anche da parte del mio superiore ho sempre riscontrato un atteggiamento molto conciliante: le soluzioni in comune, così come una comunicazione sincera e trasparente, qui sono all’ordine del giorno. Una cosa che per me conta moltissimo. 

Poiché seguo la clientela aziendale, nel mio caso purtroppo l’home office non risulta possibile. Tuttavia, ho il vantaggio di non dovermi portare strascichi di lavoro a casa e di potermi dedicare completamente alla mia figlia adolescente. Ritengo il mio bilancio famiglia/lavoro molto equilibrato. 

Un sostegno formidabile.

Le FFS mi hanno sostenuto anche sul fronte dell’assistenza ai figli, offrendomi un contributo finanziario di babysitting per i primi sei anni di vita di mia figlia, cosa che mi ha consentito di continuare a perseguire i miei obiettivi professionali. 

In qualità di collaboratrice FFS, posso usufruire insieme a mia figlia di tante offerte interessanti: dalla riduzione sull’abbonamento generale fino all’assicurazione auto – grazie alle FFS abbiamo potuto esplorare insieme la Svizzera in lungo e in largo. 

Anche sul piano sociale, le FFS ci sono sempre state vicine nel corso degli anni: in presenza di situazioni private critiche, le FFS si sono sempre interessate ai loro collaboratori dimostrandosi molto presenti. Ed è proprio questo uno dei tanti motivi che mi ha fatto rimanere fedele alle FFS per oltre 30 anni.


Fare qualcosa di grande.