Il materiale rotabile di FFS Viaggiatori.

Quali cambiamenti sono previsti per la flotta di FFS Viaggiatori?

Attualmente il parco veicoli della divisione Viaggiatori è composto da circa 20 tipi di veicoli: l’obiettivo è portare gradualmente questo numero a 6-7, al fine di rendere i diversi treni più distinguibili per i passeggeri e diminuire la complessità e i costi. Si intende altresì aumentare ulteriormente la capacità di trasporto, sostituendo i treni a un piano impiegati sulle tratte più frequentate con materiale rotabile a due piani. Questi veicoli presentano inoltre un accesso a pianale ribassato, utile non solo per le persone a mobilità ridotta ma anche per tutte le altre categorie di viaggiatori. Anche in relazione alle flotte future, le FFS continueranno a concentrarsi in via prioritaria sull’offerta di vantaggi di rilievo per i clienti e su un orientamento sistematico al servizio.

Quale materiale rotabile impiegano le FFS?

EuroCity InterCity InterRegio S-Bahn

Traffico internazionale

Traffico nazionale

Traffico interregionale

Traffico regionale
Senza diritto di indennità
(traffico a lunga percorrenza)
Senza diritto di indennità
(traffico a lunga percorrenza)
Senza diritto di indennità
(traffico a lunga percorrenza)
Con diritto di indennità
(traffico regionale)
> 2h (Ø tempo di viaggio)   ~ 40’
~ 25’
~ 20’
≥ oraria (offerta) 30 - 60’
(a lungo termine 15 - 60’)
30 - 60’ 7.5’ - 30’ / 60’
Comfort Comfort e capacità Capacità Capacità

Caratteristiche della flotta.

EuroCity InterCity InterRegio S-Bahn
- Materiale rotabile a un piano
- Fino a 250 km/h all’estero
- Concetto di zone orientato al cliente
- Materiale rotabile a due piani con elevata capacità
- Standard 200 km/h
- InterCity con ristorazione, zona del silenzio e zona famiglia
- Materiale rotabile a due piani con elevata accelerazione e capacità
- Standard 160 km/h
- Non accompagnati
- Materiale rotabile a uno e due piani con elevata accelerazione e capacità
- Comode superfici destinate ai passeggeri in piedi
- Standard 160 km/h
- Non accompagnati

Esempi: ETR 610, Giruno, oltre a materiale rotabile internazionale di ferrovie estere

Esempi: bipiano TLP, IC 2000

Esempi: bipiano TLP IR, IC 2000 IR, bipiano IR

Esempi: FLIRT, bipiano Regio

slider.navigation Viene visualizzata la videata $0 di $1.

Quali sono le sfide?

Le aspettative dei viaggiatori e dei committenti (Cantoni, regioni) in termini di capacità, comfort e servizi aumentano costantemente. Ciò che fino a ieri era considerato eccezionale oggi viene dato per scontato (ad es. prese di corrente, climatizzazione, schermi per le informazioni alla clientela, copertura della rete di telefonia mobile). Gli aumentati requisiti e la maggiore severità delle norme e delle leggi rafforzano la tendenza verso l’impiego di materiale rotabile più complesso. Oltre a richiedere nuovi concetti di manutenzione, ciò comporta elevati investimenti negli impianti di manutenzione. L’acquisto e l’introduzione di nuovo materiale rotabile sono destinati a rimanere impegnativi anche in futuro, il tutto con un mercato dei fornitori sempre limitato. Al contempo, aumenta la pressione dei costi e diventa più difficile trovare le necessarie risorse finanziarie. Con l’attuale strategia di flotta Viaggiatori, le FFS cercano di conciliare i bisogni dei clienti, l’efficienza economica e le esigenze della produzione ferroviaria e della manutenzione.

Perché nelle ore di punta ci sono spesso problemi di capacità?

Le FFS dispongono di una riserva di carrozze che nelle ore di punta possono essere agganciate alle composizioni standard. Poiché gli elettrotreni moderni non possono essere separati e rinforzati con l’aggiunta di singole carrozze, essi circolano in parte in trazione semplice durante il giorno e in trazione multipla nelle ore di punta. Nel traffico a lunga percorrenza, nelle ore di punta diversi treni vengono rinforzati con gruppi di carrozze aggiuntivi. Tuttavia, questi prolungamenti non sono sempre possibili a causa della talvolta inadeguata lunghezza dei marciapiedi o di altri fattori infrastrutturali come la distanza tra i segnali o gli scambi.

Gli onerosi investimenti in nuovo materiale rotabile comportano un aumento dei prezzi dei biglietti?

Gli acquisti di veicoli sostitutivi sono finanziati attraverso gli introiti dell’attività corrente. L’ammontare degli investimenti in nuovo materiale rotabile per il potenziamento delle capacità o dell’offerta è invece stabilito in funzione della domanda attesa, al fine di garantirne la copertura. Negli anni scorsi l’aumento dei prezzi dei biglietti è stato riconducibile ad altri fattori trainanti (ad es. rialzo dei prezzi delle tracce).

In che modo le FFS attuano la legge sui disabili?

Le FFS attuano la legge sui disabili del 2004, intervenendo sul materiale rotabile con tutta una serie di modifiche. Entro il termine per gli adeguamenti fissato al 2023, le persone a mobilità ridotta potranno beneficiare di treni con migliori condizioni di accessibilità: accesso a pianale ribassato, spazi adeguatamente ampi per le persone in sedia a rotelle nelle aree d’accesso e nei posti dedicati, annunci con altoparlante per i viaggiatori non vedenti e ipovedenti, monitor informativi per gli audiolesi e toilette conformi alle esigenze di tutti i clienti. Al contempo, laddove possibile, nelle stazioni vengono effettuati interventi edilizi tali da consentire un accesso senza barriere ai treni.

Qual è il grado di efficienza energetica del materiale rotabile delle FFS?

Alle FFS il risparmio energetico riveste un ruolo fondamentale. Il materiale rotabile nuovo deve soddisfare rigidi criteri di efficienza energetica. Nell’ambito dell’ammodernamento del materiale rotabile esistente, invece, laddove possibile vengono adottate misure per la riduzione del consumo di energia. Anche nell’esercizio stesso le FFS puntano all’efficienza, ad esempio con la cosiddetta guida adattiva che consente una circolazione attenta al risparmio energetico. I macchinisti hanno a disposizione un sistema IT grazie al quale possono evitare inutili frenate e accelerazioni.

Entro il 2025 le FFS intendono ridurre i propri consumi di energia elettrica e fossile di complessivamente 600 gigawattora (GWh) l’anno, pari al consumo di corrente di circa 150 000 economie domestiche. Grazie a questi risparmi, in futuro le FFS circoleranno esclusivamente con corrente elettrica ottenuta da energie rinnovabili e abbandoneranno l’energia nucleare.

Ulteriori contenuti