Risparmio energetico pari al consumo di 5000 economie domestiche: Efficienti per altri 20 anni: ammodernamento delle locomotive Re 460.

Le locomotive rosse di tipo Re 460 trainano la maggior parte dei treni InterCity dal 1992 e sono la colonna portante della flotta nazionale del traffico a lunga percorrenza. Le prime locomotive hanno ormai raggiunto la metà del proprio ciclo di vita e vengono ora sottoposte a un ampio ammodernamento presso le officine FFS di Yverdon-les-Bains. I miglioramenti previsti riguardano principalmente efficienza energetica, affidabilità e disponibilità. Grazie alle ottimizzazioni tecniche, come ad esempio l’installazione di un nuovo convertitore di corrente, l’intera flotta potrà risparmiare ogni anno circa 27 GWh, un quantitativo pari al consumo energetico annuale della città di Olten.

Le 119 locomotive ogni giorno compiono complessivamente 2,5 giri attorno alla Terra e nelle carrozze agganciate a ogni locomotiva trovano posto quasi 700 viaggiatori. In altre parole, un chilometro viaggiatori su due delle FFS viene fornito da una Re 460. Allo scopo di assicurarne l’efficienza per altri 20 anni, a metà 2013 le FFS hanno avviato un programma di revisione e ammodernamento presso le officine di Yverdon les Bains finalizzato al progressivo rinnovo dell’intera flotta. Al centro degli interventi vi è l’introduzione di un’alimentazione di corrente più efficiente, di un sistema ottimizzato di fornitura di aria compressa e di componenti di controllo migliorati. Inoltre, il personale di locomotiva beneficerà di cabine di guida più moderne e sicure.

Aumento dell’efficienza energetica.

L’ammodernamento delle Re 460 sostiene in modo determinante gli obiettivi di risparmio energetico delle FFS. Le locomotive rimodernate consentiranno di risparmiare ogni anno circa 27 GWh.

Alimentazione di corrente con nuovo convertitore IGBT.

Il convertitore GTO usato finora viene sostituito con un convertitore di tipo IGBT. La principale differenza tra queste due tecnologie è che il dispositivo IGBT (transistor bipolare a gate isolato, dall’inglese insulated-gate bipolar transistor) produce meno calore residuo e può essere raffreddato semplicemente ad acqua, risultando pertanto più efficiente del precedente GTO (tiristore disattivabile, dall’inglese gate turn-off thyristor). Inoltre, la manutenzione dei nuovi convertitori di corrente è più agevole e i costi d’esercizio e per il ciclo di vita sono più bassi.

Sostituzione del compressore d’aria.

Al posto dell’attuale compressore principale, ora per la fornitura dell’aria compressa viene impiegato un nuovo sistema ottimizzato e senza olio. Esso è composto da due compressori che assicurano un esercizio ridondante e che si accendono e spengono in modo mirato a seconda delle necessità.

Componenti di controllo migliorati.

Grazie a un sistema di controllo ottimizzato, se il veicolo rimane in posizione di parcheggio per più di 30 minuti, le pompe dei convertitori si disinseriscono. In questo modo la locomotiva risulta più silenziosa in fase di ricovero e risparmia energia.

Le singole fasi dell’ammodernamento sono illustrate nel seguente filmato.

Filmato sull’ammodernamento.Il link si apre in una nuova finestra.

Un aspetto inconfondibile.

A rinnovo ultimato, esteriormente le locomotive saranno immediatamente riconoscibili grazie al nuovo simbolo frontale in 3D e alla nuova verniciatura della cassa. Finora sono state ristrutturate quattro locomotive a titolo di prototipo e altre sette solo parzialmente (senza il nuovo convertitore di corrente, il sistema di fornitura di aria compressa e la nuova climatizzazione). Dopo diversi test, ora le officine FFS di Yverdon-les-Bains entrano nel vivo della produzione in serie per l’ammodernamento delle locomotive. I lavori si protrarranno fino al 2022. A partire da quel momento, le 119 locomotive potranno continuare ad attraversare la Svizzera per altri 20 anni in modo affidabile ed energeticamente efficiente.

Immagine: la Re 460 prima e dopo

Riquadro informativo: le FFS offrono una mobilità efficiente dal punto di vista energetico e rispettosa del clima.

Le FFS hanno obiettivi ambiziosi: ridurre di 600 GWh all’anno il consumo di energia entro il 2025. Così facendo, sostengono la Strategia energetica 2050 della Confederazione e forniscono un contributo significativo, sia alla svolta energetica della Svizzera, sia a una gestione sostenibile della mobilità in aumento.

Per raggiungere questi obiettivi le FFS coordinano oltre 250 provvedimenti nell’ambito del programma TOP di risparmio energetico. Tra questi rientrano anche ottimizzazioni tecniche sul materiale rotabile, con le quali è possibile conseguire un risparmio energetico di circa 175 GWh (pari a circa il 30 percento dell’obiettivo complessivo di 600 GWh).

Lo sapevate che le FFS viaggiano principalmente con energia idrica prodotta sul territorio nazionale? Nelle proprie centrali idroelettriche le FFS producono corrente di trazione ecocompatibile ed esente da emissioni di CO2.

Maggiori informazioni alla pagina https://company.sbb.ch/it/azienda/responsabilita-societa-ambiente/strategia-di-sostenibilita.html

Ulteriori contenuti

Contatti.

FFS SA

Comunicazione
Hilfikerstrasse 1
Casella postale 65
3000 Berna