Capacità e sicurezza maggiori grazie ai nuovi sistemi di assistenza.

n collaborazione con il settore ferroviario svizzero, le FFS e Stadler testano sulla tratta Berna–Olten i nuovi sistemi digitali di assistenza per macchinisti. Nell'ambito di questi test, eseguiti per la prima volta in Svizzera e con il macchinista presente in cabina, un treno bipiano viene frenato e accelerato automaticamente. Inoltre il treno segue un programma prestabilito per una guida più efficiente dal profilo energetico.

Le ferrovie svizzere intendono avvalersi gradualmente della digitalizzazione e promuovere di comune accordo l'automazione dell'esercizio ferroviario. L'obiettivo è accrescere ulteriormente la capacità e la sicurezza della rete ferroviaria elvetica e risparmiare sui costi.

Esigenze dei clienti mutate, competitività più agguerrita, domanda in crescita: le ferrovie svizzere sono confrontate con un futuro disseminato di sfide. Per questo motivo, in collaborazione con partner dell'industria, sfruttano le nuove possibilità tecnologiche al fine di mettere a frutto anche in futuro i punti forti della ferrovia, ovvero affidabilità, sicurezza, un'elevata capacità di trasporto nonché sostenibilità. Con il programma innovativo SmartRail 4.0 (si veda riquadro) le ferrovie automatizzano gradualmente la tecnica ferroviaria per sfruttare al meglio l'infrastruttura esistente: il loro obiettivo è accrescere ulteriormente la capacità e la sicurezza, ottimizzare il consumo di energia e risparmiare sui costi. In tal modo la ferrovia intende rimanere attrattiva e competitiva per i viaggiatori in Svizzera.

Guida a risparmio energetico.

Già oggi l'esercizio ferroviario svizzero è automatizzato in molti settori: oltre il 90 percento degli apparecchi centrali sono gestiti da una delle cinque centrali d'esercizio FFS con sistemi basati su IT. Il settore ferroviario svizzero sta ora sviluppando di comune accordo questi sistemi.

Nei test di automazione eseguiti dalle FFS e Stadler sulla tratta Berna–Olten di Ferrovia 2000 con il macchinista presente in cabina, un treno bipiano viene frenato e accelerato automaticamente, utilizzando i nuovi sistemi di assistenza. Inoltre il treno segue un programma di velocità prestabilito allo scopo di ottenere una guida particolarmente efficiente dal profilo energetico. Questo livello di automazione è paragonabile a un pilota automatico: il macchinista in cabina di guida sorveglia e interviene se necessario. Il nuovo sistema di assistenza alla guida si basa sull'attuale sistema di protezione dei treni European Train Control System (ETCS Level 2) nonché su di un sistema sviluppato dalle FFS per una guida attenta al risparmio energetico, denominata guida adattiva (ADL).

Al fine di ottenere il massimo beneficio per l'intero sistema, per un comando del treno ampiamente automatizzato la tecnica deve essere messa a punto a livello internazionale e standardizzata il più possibile per il traffico merci e viaggiatori. ETCS è lo standard internazionale. Le ferrovie svizzere sono quindi in contatto con il settore ferroviario e l'industria europei.

Automatizzato non significa a guida autonoma.

Come ben emerge dai test attuali, i treni automatizzati non sono la medesima cosa dei treni a guida autonoma o non accompagnati: le FFS sono convinte che anche in futuro per uno svolgimento sicuro e puntuale dell'esercizio ferroviario dovranno esserci delle persone competenti a bordo del treno. Le figure professionali cambiano, ma la conoscenza dei collaboratori rimane indispensabile per implementare e utilizzare le nuove tecnologie. Le FFS sviluppano queste nuove competenze collaborando con il proprio personale di locomotiva.

Programma settoriale SmartRail 4.0.

Con il programma comune SmartRail 4.0 i partner del settore – BLS, Südostbahn, Ferrovia retica, Unione dei trasporti pubblici e FFS – promuovono la digitalizzazione e l'automazione della creazione dell'orario, dell'esercizio e del comando del treno. Grazie al programma, i viaggiatori beneficeranno dei seguenti valori aggiunti: costi inferiori, maggiore puntualità, maggiore capacità e nuovi servizi.

Nota: trovate le immagini su www.ffs.ch/mediacorner

Ulteriori contenuti

Contatti.

FFS SA

Comunicazione
Hilfikerstrasse 1
Casella postale 65
3000 Berna