Un cambio di paradigma nei trasporti pubblici svizzeri va ponderato con attenzione.

Le FFS hanno preso atto dell’indirizzo strategico definito dall’UFT per il futuro del traffico a lunga percorrenza e analizzeranno la proposta nel dettaglio. Le FFS dovrebbero continuare a gestire la maggior parte delle linee. Ciononostante, si tratta di un cambio di paradigma nel consolidato sistema dei trasporti pubblici svizzeri. Prima della presa di posizione riguardo ai contenuti della proposta, le FFS cercano il dialogo con tutte le parti interessate.

Secondo l’Ufficio federale dei trasporti (UFT), le FFS dovrebbero continuare a gestire la maggior parte delle linee del traffico a lunga percorrenza: una decisione che le FFS accolgono con soddisfazione. Al contempo ,tuttavia, l’UFT propone di affidare la gestione delle due linee Berna-Bienne e Berna-Burgdorf-Olten alla BLS. Si tratterebbe di un cambio di paradigma nell’attuale sistema dei trasporti pubblici svizzeri, che è molto performante e ben coordinato. Questo cambio di paradigma sarebbe una scelta irreversibile per il traffico a lunga percorrenza della Svizzera che, avendo le caratteristiche di una «S-Bahn nazionale» compiuta in se stessa, dovrebbe essere gestito da un unico operatore.

Ora le FFS analizzeranno nel dettaglio gli aspetti contenutistici e legislativi della decisione d’indirizzo strategico dell’UFT. Prima della presa di posizione dettagliata, per le FFS è importante cercare il dialogo con tutte le parti interessate. In effetti, le FFS continuano ad auspicare una soluzione comune tra le imprese ferroviarie: una tradizione consolidata in Svizzera e un presupposto fondamentale per il principio «un viaggio, un biglietto». La collaborazione prevista con la SOB si concretizzerà ulteriormente dal 2020.

Gestione unitaria del traffico a lunga percorrenza, a vantaggio di clienti e committenti.

Dal cambiamento d’orario di dicembre 2017, le FFS continuano a gestire tutte le linee del traffico a lunga percorrenza garantendo la qualità abituale. Nei prossimi anni le FFS miglioreranno costantemente il traffico a lunga percorrenza, ad esempio introducendo una cadenza semioraria a livello nazionale, una cadenza al quarto d’ora sulle linee più frequentate, un maggior numero di carrozze ristorante e materiale rotabile di ultima generazione. Le FFS sono convinte che una gestione unitaria del traffico a lunga percorrenza sulla rete svizzera sia la soluzione più efficiente per clienti, regioni e committenti.

Per questo motivo, le FFS hanno chiesto il rinnovo per 15 anni della concessione per il traffico a lunga percorrenza di tutta la Svizzera. Per questo orizzonte temporale le FFS hanno investito 0,8 miliardi di franchi nell’acquisto di nuovo materiale rotabile per il traffico a lunga percorrenza ed emesso ordini di materiale rotabile per oltre 3 miliardi di franchi. Inoltre, attualmente vengono investiti circa 250 milioni di franchi nell’ampliamento degli impianti di manutenzione per i nuovi treni, e quindi in ulteriori posti di lavoro nell’industria e nell’economia svizzera. Infine, da qui al 2020 le FFS si sono impegnate a non aumentare i prezzi nel traffico a lunga percorrenza.

Ulteriori contenuti