Intercity ICN delle FFS sulla linea del S. Gottardo.

La prevista apertura della galleria di base del Lötschberg nel dicembre del 2007 avrà effetti diretti sull'offerta delle FFS sul S. Gottardo. Durante le trattative con i servizi preposti dei cantoni gottardisti e il Comitato del Gottardo, le FFS hanno presentato le prime proposte per il progetto d'orario del 2008. Il piatto forte è rappresentato da migliori collegamenti tra il Ticino e Basilea via Lucerna, con l'adozione di treni Intercity delle FFS ad assetto variabile del tipo ICN.

Nel dicembre 2007 dovrebbe essere aperto il tunnel di base del Lötschberg. La messa in funzione di questa importante infrastruttura comporterà una sensibile diminuzione dei tempi di percorrenza sull'asse nord-sud. Per i collegamenti tra la Svizzera e l'Italia la Cisalpino SAIl link si apre in una nuova finestra. (una filiale di FFS e Trenitalia) metterà in esercizio 14 nuovi treni ad alta velocità. Questi convogli saranno utilizzati sia sul Lötschberg, che sulla linea del S. Gottardo. Il nuovo materiale rotabile permetterà di diminuire i tempi di viaggio anche attraverso il S. Gottardo. In questo modo saranno soddisfatte anche le richieste dei cantoni gottardisti. Nel contempo saranno pure ottimizzati i collegamenti diretti tra il Ticino e Milano.


Treni ad assetto variabile FFS sul Gottardo

Il progetto proposto dalle FFS prevede in più l'utilizzo di treni Intercity-Pendolino del tipo ICN tra Basilea e Lugano, via Lucerna. I miglioramenti:

  • I viaggiatori da Lucerna verso il Ticino si avvarranno di una riduzione del tempo di percorrenza di 14 minuti, anche senza cambio di treno ad Arth-Goldau. Combinato con il cisalpino ad assetto variabile Zurigo–Milano, tra Arth-Goldau e Lugano vi sarà dunque un orario cadenzato di sessanta minuti.
  • Il nuovo progetto d'orario garantirà per il Ticino collegamenti ottimali nei nodi di Lugano e Bellinzona. Il nuovo concetto permetterà pure una distribuzione più equilibrata dei flussi di viaggiatori, poiché i collegamenti veloci con il Ticino riguarderanno sia Zurigo, che Lucerna.
  • Tra Bellinzona e Milano, le FFS prevedono un'offerta di treni interregionali intercalati nell'offerta bioraria ai treni pendolino della Cisalpino SA. Da ciò risulteranno collegamenti ogni ora dal Ticino verso Milano. Tutti i collegamenti per Milano saranno dunque garantiti anche a partire dal 2008. Inoltre, con questa offerta, verranno a crearsi coincidenze ottimali dal nord verso Lugano/Milano alla stazione di Bellinzona, grazie agli InterRegio Basilea/Lucerna–Locarno. Chiasso avrà, oltre al cadenzamento ogni 15 minuti verso Como, fermate degli interregionali ogni due ore. Infine ogni mattina da Chiasso partiranno tre treni pendolino del tipo ICN verso Lucerna–Basilea, mentre di sera gli ICN faranno ritorno nella stazione internazionale di confine da Basilea via Lucerna.

Ulteriori contenuti