Sette videocamere nella stazione FFS di Locarno-Muralto.

Nel corso dei prossimi mesi, sette videocamere collegate con la centrale della polizia comunale di Muralto sorveglieranno i punti sensibili nell'area della stazione FFS di Locarno-Muralto. La misura, presentata oggi alla stampa presso la sala del Municipio, è frutto della stretta collaborazione tra Ferrovie federali svizzere, Comune di Muralto e Fart. L'impianto di sorveglianza è parte del pacchetto di misure per la sicurezza che le FFS stanno realizzando a livello nazionale e cantonale.

Tra le misure adottate dalle FFS a livello nazionale per garantire la sicurezza dei viaggiatori e ridurre gli atti di vandalismo, vi è la posa delle telecamere di sorveglianza nelle stazioni. Oggi nella sala del Municipio di Muralto è stato presentato alla stampa il progetto di videosorveglianza della stazione FFS di Locarno. La messa in funzione è prevista nel corso dei prossimi mesi. Le telecamere, sette in totale, saranno collegate all'ufficio della polizia Comunale. La misura è frutto della stretta collaborazione tra FFS, Municipio di Muralto e Fart nel campo della sicurezza.


Mix di misure di sicurezza di FFS a livello nazionale e cantonale

Le FFS pongono la sicurezza dei clienti in primo piano. A livello nazionale, oltre all'installazione di telecamere nelle stazioni, è già stato adottato con successo un mix di misure. Le più importanti concernono il rafforzamento degli effettivi della polizia ferroviaria (polfer), il rifacimento delle stazioni regionali con la realizzazione di spazi aperti, pensiline trasparenti per l'attesa dei treni dotate di potenti impianti di illuminazione notturna. Anche l'installazione di telecamere nei vagoni dei treni regionali rappresenta una misura rilevante che ha mostrato la sua efficacia contro gli atti di vandalismo sin dai primi test effettuati nel 2002. In queste composizioni sorvegliate si è constatata una diminuzione dell'80 per cento degli atti di inciviltà nei confronti del materiale rotabile.

Anche in Ticino gran parte delle misure di sicurezza elencate è già in vigore. Le pattuglie della polfer marcano quotidianamente presenza nei treni e nelle stazioni FFS collaborando in stretta sinergia con le forze dell'ordine comunali e la polizia cantonale. Molte stazioni regionali sono state rinnovate e presentano gli standard di trasparenza e luminosità sopraccitati. Tra queste vi sono ad esempio Lamone-Cadempino, Rivera, Cadenazzo, Giubiasco, per citare solo alcune realizzazioni più recenti. Nel corso del mese di giugno sarà inoltre presentata al pubblico la nuova stazione regionale di Tenero. Gli impianti di videosorveglianza sono presenti, oltre che a Locarno-Muralto, anche nelle stazioni FFS di Lugano, Lamone-Cadempino, Gordola e Tenero. Infine, a partire dal 2007, i nuovi treni Flirt del traffico regionale TILO saranno dotati di impianti di videosorveglianza a bordo.


Quattro nuove telecamere

Le nuove telecamere saranno quattro. Queste controlleranno l'area antistante le cassette per il deposito bagagli, quella del negozio di alimentari «Aperto» e la zona di attesa taxi e bus. Tre telecamere sono già in funzione presso la zona di accesso alla stazione sotterranea delle Fart ed i marciapiedi 1 e 2 della stazione FFS. L'investimento per l'impianto di videosorveglianza ammonta a circa 134mila franchi. I costi sono ripartiti tra Comune di Muralto, FFS e Fart nella misura del 60, 25 e 15 per cento.

Ulteriori contenuti