Forti nevicate in Ticino e Lombardia – ritardi nel traffico ferroviario.

Le forti precipitazioni nevose in corso dalla serata di giovedì 26 gennaio stanno provocando ritardi al traffico ferroviario viaggiatori regionale e a lunga percorrenza. A partire dalle 6.30 di questa mattina è stato registrato un notevole afflusso di persone nelle stazioni delle FFS. Attualmente la neve che si accumula velocemente sugli scambi rende difficoltose le fasi di manovra dei convogli.

Le forti nevicate delle ultime ore stanno provocando ritardi nel traffico ferroviario in Ticino e tra la Svizzera italiana e la Lombardia. Alcuni corse di treni regionali sono state soppresse nelle prime ore della mattinata a causa dei forti ritardi accumulati. Il traffico ferroviario regionale circola attualmente con ritardi da dieci a trenta minuti a dipendenza delle linee. La tratta maggiormente interessata è la Bellinzona-Chiasso a causa delle difficoltà registrate nelle fasi di manovra dei convogli sugli scambi innevati nelle stazioni della capitale e della città di confine. Questa mattina è stato registrato un notevole flusso di viaggiatori nelle stazioni delle FFS. La situazione viene monitorata costantemente dal personale dei servizi alla clientela, presente nelle maggiori stazioni ticinesi.

Forti disagi sono segnalati nel traffico internazionale viaggiatori nord-sud, sia sulla linea del San Gottardo, che su quella del Sempione. Lo stesso vale per il traffico ferroviario merci.

A cause del perdurare delle precipitazioni nevose a sud delle Alpi sono previsti ulteriori disagi nel corso della giornata. I viaggiatori possono informarsi riguardo alle condizioni del traffico ferroviario in Internet, sul Teletext, presso gli sportelli delle stazioni o presso il Rail Service (0900 300 300, CHF 1,19/Min.).

Nella Svizzera tedesca e romanda il traffico ferroviario viaggia secondo orario.

Ulteriori contenuti