La Stazione FFS di Lugano evolve per la propria clientela.

Hanno preso il via in questi giorni i lavori per la realizzazione della «Prima tappa opere ferroviarie» alla stazione FFS di Lugano. Si tratta del primo tassello programmato dalla pianificazione generale dell'area della stazione FFS. Entro fine 2007 la clientela FFS beneficerà di un nuovo marciapiede coperto con binario, una sala d'attesa vetrata, chiusa e riscaldata, e un nuovo sistema di informazione.

Sono iniziati in questi giorni i lavori per la realizzazione della «Prima tappa opere ferroviarie» alla stazione FFS di Lugano. Entro fine 2007 la clientela FFS avrà a disposizione, lungo via Basilea, un nuovo marciapiede esterno di 170 metri con binario e una pensilina di copertura del marciapiede, dotata di sala d'attesa vetrata, chiusa e riscaldata. L'altezza a 55 centimetri del marciapiede permetterà un accesso piano e senza ostacoli ai nuovi treni FLIRT attesi per maggio 2007. Una rampa coperta con scala collegherà il nuovo marciapiede al sottopasso principale. Quest'ultimo sarà allargato e rinnovato. Anche il marciapiede ferroviario intermedio, posto tra i binari 1 e 2, sarà sottoposto a lifting, mentre l'illuminazione sarà completamente sostituita. Infine i piazzali, gli accessi lungo via Basilea e i posteggi P+Rail e BikeParking saranno riorganizzati e riordinati.

Al termine dei lavori, grazie alla rampa d'accesso in zona Posta verso il nuovo marciapiede da via Basilea, sarà possibile accedere alla stazione e alla città, senza necessariamente utilizzare il sottopasso di Besso.


Nuovo sistema d'informazione per i viaggiatori

Per quanto concerne l'informazione ai viaggiatori, l'attuale impianto visivo di avviso per le partenze e gli arrivi dei treni sarà sostituito con tabelloni elettronici di ultima generazione. Questi apparecchi permetteranno ai viaggiatori un aggiornamento con un rapido colpo d'occhio su: tipo di treno, prossime destinazioni, posizionamento delle carrozze di prima e seconda classe nel convoglio ed eventuali ritardi in minuti. Inoltre, l'impianto permette di fornire qualsiasi altro tipo di informazione utile in caso di eventi straordinari, grazie ad un campo di scrittura di ben 40 caratteri.

Gli interventi alla Stazione FFS di Lugano saranno effettuati in base agli standard architettonici FFS di ultima generazione e tenendo conto delle esigenze delle persone con difficoltà motorie.

I costi preventivati per l'insieme del progetto – sviluppato in stretta sinergia con Cantone Ticino, Città di Lugano e Commissione Regionale dei Trasporti del Luganese (CRTL) – ammontano a circa 8,3 mio. di franchi. Città di Lugano e Cantone contribuiscono al finanziamento delle opere. Gli interventi garantiranno un decisivo miglioramento dell'area della stazione di Lugano, sia dal punto di vista architettonico, che da quello dell'accessibilità e della sicurezza pubblica.

Durante le diverse fasi del cantiere le FFS si impegneranno a garantire un'informazione regolare alla popolazione e alle autorità.

Ulteriori contenuti