Nuova rete per il traffico interno svizzero.

FFS Cargo ha concluso la pianificazione per la nuova rete del traffico interno. La nuova griglia di servizio è quindi pronta. L’offerta di base è stata ampliata con l’adozione di soluzioni flessibili. Con la nuova rete FFS Cargo resta un partner affidabile per gli utenti del trasporto merci e crea le basi per un'ulteriore crescita nel traffico interno.

I colloqui tra FFS Cargo e i propri clienti per discutere la realizzazione del progetto Fokus sono oggi in gran parte terminati. A partire dal 28 maggio 2006, FFS Cargo servirà giornalmente 323 punti della rete di base. In aggiunta sono state concordate 170 cosiddette «soluzioni per i clienti», ossia dei programmi di servizio flessibili al di fuori della rete di base. La rete di base ed i servizi flessibili offerti in funzione delle esigenze consentiranno a FFS Cargo di trasportare circa 5150 dei 5350 carri giornalieri nel traffico svizzero a carri completi. Essi rappresentano il 96% circa dell’attuale volume dei trasporti.

«Con Fokus, FFS Cargo ha creato una nuova base per il traffico a carri completi in Svizzera, rendendolo flessibile e competitivo», spiega Daniel Nordmann, direttore di FFS Cargo. «Grazie ad una forte crescita della produttività, anche dopo il taglio definitivo dei contribuiti statali siamo in grado di gestire a lungo termine il traffico a carri completi in modo redditizio. FFS Cargo resta un partner affidabile per gli utenti del trasporto merci in Svizzera.» Il traffico interno può continuare a crescere sulla base della nuova rete.

Per il successo del progetto Fokus è stata determinante la disponibilità dei clienti a riconsiderare insieme l'intero sistema del traffico a carri completi in Svizzera ed a creare nuove basi decisive per il futuro. Le circa 170 soluzioni flessibili per i clienti al di fuori della rete di base sono il risultato di un intenso dialogo con oltre 650 clienti durato vari mesi. Per i trasporti di clienti come Fenaco, di aziende che operano nell'industria del cemento e nello smaltimento dei rifiuti – aziende particolarmente colpite dalle misure di focalizzazione – è stato possibile trovare soluzioni globali redditizie già entro la fine del 2005. Nel corso di sei incontri con i rappresentanti dell'industria del legname e della silvicoltura, sono state rilevate le esigenze in materia di trasporto in questo settore; in seguito è stata creata la griglia di servizio «Legname». Ai circa 100 punti di servizio della rete di base si aggiungono altre 42 soluzioni flessibili per il trasporto di tronchi grezzi ed altre merci lunghe.

Per l'industria del riciclaggio e dell'acciaio, FFS Cargo ha sviluppato una rete specifica insieme alle ditte di riciclaggio interessate, ai rappresentanti dell'Associazione Svizzera Riciclaggio Ferri e Metalli (VSMR) e a SwissSteel. Oltre ai punti serviti sulla rete di base, a partire dal 28 maggio 2006 FFS Cargo lancerà altre 14 soluzioni personalizzate per questo tipo di trasporti. È stato anche chiarito il servizio dei punti di consegna per i clienti con trasporti per i quali non esiste una soluzione alternativa alla ferrovia.

Per l’insieme delle soluzioni flessibili adottate per i clienti, FFS Cargo ha inoltre verificato se vi erano capacità di trasporto libere per ulteriori clienti. Sarà presumibilmente soppresso il trasporto di circa 200 carri al giorno, poiché non è possibile offrire questo servizio in modo redditizio. Ai clienti interessati dal taglio di questi trasporti, FFS Cargo ha proposto altre soluzioni per le loro merci, in particolare Cargo Domino, un servizio combinato strada/rotaia.

FFS Cargo ha integrato nel processo di analisi anche le reti delle Imprese di trasporto concessionarie (ITC): 89 punti delle ITC continueranno ad essere serviti. Tra questi vi sono anche dei punti sulle reti delle aziende RhB, SOB, CJ, RBS, ASM, AAR, KLB, MBC, OeBB e Travys. Il progetto Fokus non interessa: la rete Cargo Express, tutti i treni blocco, il Client Net per la Posta e i trasporti stagionali delle barbabietole da zucchero.


Riduzione dei costi: positivo bilancio intermedio

Con le misure di riduzione dei costi, FFS Cargo intende risparmiare ogni anno 85 milioni di franchi. Un bilancio intermedio a sei mesi dall'avvio del progetto ha dato buoni risultati. Nei settori non legati direttamente alle attività operative, FFS Cargo ha già soppresso 180 posti di lavoro dei 230 annunciati. Il resto dei tagli è previsto entro il 2007. Nel progetto Fokus, FFS Cargo ha previsto una riduzione di 360 posti di lavoro. Il successo ottenuto con le soluzioni personalizzate per i clienti consente di finanziare 28 posti in più di quelli previsti. La riduzione di 250 posti di lavoro avverrà a giugno 2006, il resto dei posti sarà soppresso entro il 2007. Per il riposizionamento del settore Servizio Materiale rotabile, la decisione di principio sarà presa nella primavera del 2006.

Ulteriori contenuti