FFS Cargo potenzia il Servizio Materiale rotabile.

FFS Cargo riposiziona strategicamente il settore Servizio Materiale rotabile e migliora la propria competitività. Il riorientamento consente di risparmiare 25 milioni di franchi l'anno e di conseguire un risultato positivo nella manutenzione del materiale rotabile. Entro la fine del 2008 saranno soppressi 200–220 posti di lavoro. La riduzione del personale non comporta alcun licenziamento.

Con il riposizionamento FFS Cargo affronta il calo della domanda nei servizi di manutenzione e l'aumento della pressione da parte della concorrenza nel settore della grande manutenzione dei carri merci. A causa del surplus di capacità in tutta Europa, questo campo di attività è esposto ad un'alta pressione sui prezzi. Rispetto a questa situazione, i costi del Servizio Materiale rotabile sono oggi fino al 15–20 % superiori al livello di mercato. I prezzi per la manutenzione dei veicoli influenzano direttamente i prezzi dei trasporti di FFS Cargo.

Il calo della domanda è dovuto da un lato al rinnovamento e all'armonizzazione del parco locomotive. Dall'altro, alla contrazione del parco veicoli di FFS Cargo consequente alla focalizzazione del traffico a carri completi. La situazione s'inasprisce ulteriormente a causa delle condizioni di base previste dal contratto collettivo di lavoro attualmente in vigore, le quali sono sopra il livello esistente presso la concorrenza.

Il riposizionamento strategico consente al Servizio Materiale rotabile di ottimizzare lo sfruttamento delle sedi, aumentare la produttività e ampliare le proprie competenze in campi di attività promettenti per il futuro come la grande manutenzione delle locomotive elettriche.


Nuove opportunità nel settore della grande manutenzione

L'officina di Bellinzona sarà potenziata e continuerà ad essere il punto di riferimento per la grande manutenzione delle locomotive di linea, per i modelli più vecchi così come per quelli recenti. FFS Cargo vuole sviluppare ulteriormente ed ampliare il solido know-how di questa sede nella manutenzione delle locomotive. Il Servizio Materiale rotabile vede anche delle opportunità per conquistare nuovi clienti in questo campo di attività. La grande manutenzione dei carri merci sarà concentrata nell'officina di manutenzione di Bellinzona, che ha già un grosso mandato da espletare per un cliente strategico. Sfruttando di più le risorse FFS Cargo realizza dei risparmi che permetteranno di contrastare la dura lotta concorrenziale presente in questo settore.

Il riposizionamento consente all'officina di manutenzione di Bienne di ricominciare con il sostegno di un partner importante. L'officina di manutenzione di Bienne dovrà continuare ad essere la sede per la manutenzione delle locomotive diesel e dovrà essere potenziata per il futuro. FFS Cargo intende gestire questa attività in collaborazione con un partner privato oppure affidarla ad un partner importante insieme agli impianti ed al personale. Sono attualmente in corso delle trattative con degli investitori interessati. Con altri gruppi di interessati FFS Cargo sta verificando la possibilità di mantenere nella sede di Bienne la grande manutenzione dei carri speciali come i carri cisterna. La questione relativa alla sede per la grande manutenzione dei veicoli di servizio (è Bienne al momento) non è ancora stata chiarita.


Manutenzione di servizio: sfruttare i tempi di attesa

In futuro il Servizio Materiale rotabile fornirà le prestazioni di manutenzione per il servizio operativo (manutenzione di servizio) nelle quattro sedi di Muttenz, Limmattal (stazione di smistamento), Chiasso e Losanna. Con questa concentrazione sarà possibile sfruttare meglio i naturali tempi di sosta improduttivi del materiale rotabile nelle stazioni di smistamento. Le Squadre mobili saranno potenziate. Per gli impianti di manutenzione di Bienne, Bellinzona, Briga e Basilea sarà allestita un'offerta per l'uso completo o parziale da parte della Divisione viaggiatori delle FFS. L'impianto di manutenzione di Lugano-Vedeggio sarà soppresso e le attività di manutenzione saranno trasferite. L'impianto di manutenzione di Erstfeld continuerà a funzionare fino all'apertura del tunnel di base del Gottardo per poi essere integrato nella concezione globale delle FFS in questa sede.


Taglio di personale senza licenziamenti

Alla luce della situazione attuale, FFS Cargo prevede un taglio di 200–220 posti di lavoro nell'arco di due anni e su tutto il territorio svizzero. Circa un terzo delle persone coinvolte saranno prepensionate. Le stime odierne indicano che con questa manovra saranno al massimo 150 i collaboratori che dovranno ricorrere al riorientamento professionale. Non ci sarà quindi nessun licenziamento. Le collaboratrici e i collaboratori coinvolti saranno integrati nel progetto Chance delle FFS e assistiti da esperti nella specializzazione e riqualificazione professionale per assumere un nuovo incarico all'interno o all'esterno delle FFS. Si provvederà anche a ridurre i collaboratori a interim. La Commissione del personale e le parti sociali sono state informate sullo stato dei lavori e vengono coinvolte nell'attuazione del programma.


Risparmi annui di 25 milioni di franchi

Con il riposizionamento FFS Cargo prevede di migliorare il risultato di esercizio di oltre 25 mila franchi l'anno. Le spese di ristrutturazione (inclusi gli accantonamenti per il progetto Chance) sono stimate nell'ordine di circa 60 milioni di franchi. Per modernizzare ed ampliare gli impianti sono previsti investimenti nell'ordine di svariate decine di milioni. Le decisioni inerenti ai dettagli della realizzazione saranno prese entro la fine di luglio 2006. Con le parti sociali FFS Cargo avvia delle trattative per concludere un contratto collettivo di lavoro specifico per il settore in base alle condizioni di Swissmem.

L'intera documentazione della conferenza stampa sarà disponibile online all'sito Internet di FFS Cargo [di pìuIl link si apre in una nuova finestra.].

Ulteriori contenuti