Giovani mediatori sui treni regionali TILO.

Dal 15 dicembre 2007 i grands frères sono presenti sui treni regionali TILO. Il terzo gruppo, a oltre un anno e mezzo di distanza dalla prima positiva esperienza in Ticino, è composto da due ragazze e sette ragazzi. Per la prima volta l'attività sarà estesa alla FLP ed alle Fart. L'azione è parte integrante del progetto «RailFair», l'insieme delle misure sulla sicurezza e la prevenzione delle FFS.

Sabato 15 dicembre, FFS e TILO hanno dato il via alla terza campagna dei grands frères in Ticino. Il programma occupazionale, gestito con il supporto dell'Ufficio delle misure attive della Sezione del lavoro del Cantone Ticino e la Croce Rossa Svizzera Sezione di Lugano, punta a contrastare gli atti di vandalismo e di inciviltà sui mezzi pubblici di trasporto. Le ragazze ed i ragazzi di età compresa tra i 20 ed i 40 anni alla ricerca di un posto di lavoro e interessate all'attività di prevenzione sui treni regionali sono reclutate e impiegate per un periodo di sei mesi.

Il compito specifico dei «fratelli maggiori» è quello di marcare presenza sui treni regionali TILO, sensibilizzando la giovane clientela ad un comportamento corretto sui treni. I grand frères forniscono pure informazioni ferroviarie ai viaggiatori. Dal 15 dicembre 2007 al 2 giugno 2008, due ragazze e sette ragazzi pattuglieranno in coppia i treni TILO sulle linee Biasca–Chiasso e Bellinzona–Locarno dalle ore 6.00 alle 23.00. Per la prima volta l'attività dei grand frères sarà estesa ai treni della FLP ed ai bus e treni delle Fart. I grands frères sono dotati di un giubbotto blu e di una tessera di riconoscimento.

Il periodo di formazione prevede sei giorni di corsi sulla mediazione dei conflitti presso la Croce Rossa Svizzera del luganese e due giorni presso le FFS per acquisire le nozioni ferroviarie di base. La formazione è finanziata dal Segretariato di Stato dell'economia (Seco) nell'ambito di un programma occupazionale nazionale. I fratelli maggiori percepiscono lo stipendio dalla Cassa disoccupazione del Cantone Ticino.

I grands frères sono parte integrante di RailFair, il pacchetto di misure sulla sicurezza delle FFS strutturato su tre livelli: prevenzione, mediazione e repressione. Esso include, oltre alla prevenzione RailFair, i controlli sporadici, una maggiore presenza della polizia ferroviaria e la videosorveglianza sui treni regionali.

Ulteriori contenuti