Potenziamento della stazione di Castione-Arbedo.

Le FFS potenzieranno la stazione di Castione-Arbedo. Dal 2010 la fermata alleggerirà la stazione di Bellinzona e sarà il capolinea per le linee S1 e S2. Grazie ad interventi di modernizzazione di binari e marciapiedi, Castione-Arbedo, oggi servita con un'offerta di bus, sarà collegata al servizio regionale TILO con cadenza semioraria su Chiasso e Locarno. Le FFS acquisteranno inoltre 22 veicoli ferroviari semoventi dotati di braccio e piattaforma mobile per la manutenzione delle linee di contatto per un totale di 34 milioni di franchi. Lo ha deciso il Consiglio di amministrazione delle FFS durante la sua ultima seduta.

La stazione FFS di Castione-Arbedo, situata a nord di Bellinzona, sarà il punto di partenza d'importanza regionale per i treni ed i bus. Dal mese di dicembre 2009 viaggeranno verso Castione-Arbedo, al posto degli attuali due 2 treni, 72 treni regionali al giorno provenienti da Chiasso (linea S1) e da Locarno (linea S2). La maggior parte dei convogli regionali TILO invertirà il senso di marcia a Castione-Arbedo, ad eccezione di una relazione all'ora proveniente da Chiasso che proseguirà fino a Biasca.

In vista di questo salto di qualità importante per la regione è necessario modernizzare la stazione. Le FFS amplieranno le infrastrutture della stazione di Castione-Arbedo con il rinnovo del binario 1 dalla parte del piazzale della stazione per il traffico nord-sud e con il rinnovo del binario 2, posto nel mezzo, per l'inversione di marcia dei treni TILO. Nel contempo le FFS modernizzeranno i marciapiedi, le linee di contatto, i segnali e costruiranno un sottopasso pedonale.

Il potenziamento della stazione di Castione-Arbedo alleggerirà l'esercizio ferroviario e le manovre alla stazione di Bellinzona e offrirà maggiori capacità per l'atteso aumento del traffico ferroviario di transito in vista dell'apertura della galleria di base del San Gottardo. I lavori presso la stazione di Castione-Arbedo inizieranno a luglio 2008 e si protrarranno fino a ottobre del 2009. Gli investimenti globali ammontano a circa 29.5 milioni di franchi ripartiti per il 55% a carico delle FFS e per il 45% a carico del Cantone Ticino.

Per la costruzione, manutenzione e riparazione delle linee di contatto, le FFS acquisteranno 22 veicoli ferroviari semoventi dotati di braccio mobile e di piattaforma mobile. I nuovi veicoli adempiono gli elevati standard di funzionalità e sicurezza. Essi saranno costruiti dalla ditta germanica Windhoff in Rheine/Deutschland. Le FFS investiranno per l'acquisto di questi nuovi veicoli 34 milioni di franchi. Grazie alla modernizzazione della flotta sarà possibile scartare diverse dozzine di veicoli antiquati diversi tra loro e quindi di ridurre i costi di manutenzione nel loro insieme.

Ulteriori contenuti