FFS Cargo modernizza lo stabilimento industriale di Bellinzona.

Nei prossimi cinque anni FFS Cargo investe 30 milioni di franchi nello stabilimento industriale di Bellinzona ed avvia diversi programmi per aumentare la produttività. Questi provvedimenti consentono di fornire servizi di manutenzione a costi più bassi e causano una riduzione di circa 70 posti di lavoro nell’arco dei prossimi tre anni. Questa riduzione di personale non comporterà licenziamenti.

FFS Cargo deve aumentare in modo considerevole la produttività nello stabilimento industriale di Bellinzona. Questa necessità è stata dimostrata in tutta evidenza dalla perdita di un mandato per una cifra nell'ordine di decine di milioni. Per questo motivo FFS Cargo ha avviato diversi programmi a Bellinzona. Il metodo giapponese Kaizen ed il metodo delle osservazioni istantanee consentono di analizzare a fondo i processi operativi e i posti di lavoro al fine di riorganizzarli e migliorarli. È inoltre necessario flessibilizzare l’orario di lavoro per rispondere meglio alla domanda.

Nei prossimi anni FFS Cargo investirà 30 milioni di franchi per modernizzare gli impianti di produzione e gli edifici dello stabilimento industriale di Bellinzona. Al tempo stesso circa un milione di franchi saranno stanziati ogni anno per la specializzazione dei collaboratori. Grazie a questi provvedimenti FFS Cargo sarà in grado di fornire servizi di manutenzione a costi più bassi e con meno personale. Nello stabilimento industriale di Bellinzona, FFS Cargo taglierà circa 70 posti di lavoro entro i prossimi tre anni.

«La sede dello stabilimento industriale di FFS Cargo a Bellinzona si trova sull’asse internazionale nord-sud e gode di una posizione strategica. I costi sono tuttavia troppo alti rispetto all’attuale livello di mercato (+20% circa). La competitività dello stabilimento industriale, e quindi l’esistenza di oltre 300 posti di lavoro, sono in pericolo», spiega Daniel Nordmann, presidente della Direzione di FFS Cargo.


L’aumento degli ordini consolida la sede di Bellinzona.

Come deciso a marzo 2006, FFS Cargo sottopone a verifica l’intero settore della manutenzione nazionale con l'obiettivo di aumentare la produttività in tutta la Svizzera e quindi di ridurre i costi. Con le misure di riposizionamento lo stabilimento industriale di Bellinzona diventa l'unico centro di competenza per la grande manutenzione delle locomotive di linea e dei carri merci. Di pertinenza della sede di Bellinzona sono anche le attività di manutenzione delle moderne locomotive policorrente per la Germania e l’Italia. FFS Cargo ha inoltre trasferito altre attività da Bienne a Bellinzona. Anche il risanamento fonico del parco carri merci sarà gestito in futuro principalmente a Bellinzona. Complessivamente, a Bellinzona FFS Cargo fornisce servizi di manutenzione per 565 locomotive di linea – di cui 80 di nuovissima generazione – e 17 000 carri merci.


Taglio di personale senza licenziamenti.

La riduzione di circa 70 posti di lavoro avverrà nell’arco dei prossimi tre anni in primo luogo tramite la fluttuazione naturale del personale ed i pensionamenti. Non saranno inoltre prolungati i contratti ad interim. Ciononostante 25 persone circa dovranno essere integrate nel progetto interno delle FFS «Riorientamento professionale e lavoro» (NOA), dove degli specialisti li aiuteranno nel loro percorso di specializzazione e riqualificazione professionale al fine di trovare una nuova attività lavorativa all'interno o fuori dalle FFS.


Investimenti in impianti moderni.

Al centro del programma d’investimento di 30 milioni di franchi c’è un nuova sala prova per locomotive, in funzione già dal giugno 2006. FFS Cargo investirà inoltre in macchine per la lavorazione delle sale montate e in una macchina automatizzata per le prove ad ultrasuoni. Con i lavori di rinnovo del deposito, FFS Cargo migliorerà il flusso dei materiali.


Manutenzione di servizio concentrata a Chiasso.

Insieme agli altri impianti di Losanna, Muttenz e Dietikon (stazione di smistamento Limmattal), l’impianto di manutenzione di Chiasso diventerà una sede importante per la manutenzione di servizio di FFS Cargo. La manutenzione di servizio delle locomotive di linea, oggi gestita nell’impianto di Bellinzona, e tutti i lavori di manutenzione dell’impianto di Lugano-Vedeggio saranno concentrati a Chiasso, dove gli impianti saranno modernizzati ed ampliati. I primi lavori sono iniziati a marzo. Il numero dei posti di lavoro nell’impianto di manutenzione di Chiasso sarà raddoppiato e salirà a circa 45 posti. A Bellinzona FFS Cargo insedierà una squadra mobile. Sempre in questa sede, la Divisione viaggiatori delle FFS gestirà inoltre in proprio la manutenzione della flotta TILO. Come comunicato a suo tempo, l'impianto di Lugano-Vedeggio sarà chiuso. In totale sette collaboratori degli impianti di servizio in Ticino saranno trasferiti a NOA.


Provvedimenti in tutta la Svizzera.

I provvedimenti relativi allo stabilimento industriale di Bellinzona sono parte di un riposizionamento globale del settore della manutenzione di FFS Cargo. Sono già in fase di attuazione le prime misure nello stabilimento industriale di Bienne e negli impianti di manutenzione dislocati in tutta la Svizzera. Come comunicato nel 2006, FFS Cargo prevede complessivamente un taglio di 200–220 posti di lavoro, ripartiti su tutto il territorio svizzero. Con il riposizionamento del settore Manutenzione FFS Cargo aumenta la produttività migliorando così la propria competitività sul mercato dei trasporti.

Ulteriori contenuti