Inaugurazione ufficiale del primo Flirt Tilo.

È stato battezzato questa mattina a Bellinzona alla presenza delle autorità cantonali, dei media e di numerosi ospiti il primo Flirt Tilo. I diciannove moderni elettrotreni saranno progressivamente messi in esercizio sulle linee ticinesi a partire da inizio maggio 2007. Il nuovo treno è destinato a cambiare il panorama del trasporto regionale ticinese dei prossimi decenni e a migliorare il confort di viaggio della clientela.

Il nuovo Flirt (Fast Light Innovative Regional Train) della Tilo, battezzato questa mattina a Bellinzona, rappresenta quanto di più innovativo e tecnologicamente avanzato l’industria ferroviaria è oggi in grado di produrre per il trasporto regionale dei viaggiatori.

Numerose le novità racchiuse nel nuovo prodotto ferroviario, a cominciare dal frontale aerodinamico e dalle sei ampie entrate laterali. Internamente il Flirt si presenta come uno spazio unico e accogliente, privo dei tradizionali scompartimenti chiusi. Il nuovo materiale rotabile è dotato di accesso facilitato con piano ribassato, ambiente climatizzato, informazioni alla clientela con display, videosorveglianza e spaziosa toilette a circuito chiuso anche per diversamente abili. La sospensione pneumatica consente ai Flirt un confort di marcia eccezionale. Il nuovo treno può accogliere 182 passeggeri seduti. La sua velocità massima è di 160 km/h e grazie al sistema di alimentazione bicorrente può viaggiare anche sulle linee italiane.

La messa in esercizio dei nuovi Flirt è il punto d’arrivo di un lungo percorso di progettazione e di pianificazione che ha visto il coinvolgimento di FFS, Cantone, Ufficio Federale dei Trasporti, società Tilo e ditta Stadler, produttrice del treno. Il nuovo materiale rotabile sarà messo in esercizio progressivamente, al ritmo di un’unità al mese, e raggiungerà i 19 esemplari entro l’estate 2008. Dapprima i Flirt verranno impiegati sulla S1 tra Biasca e Chiasso, in seguito sulla S2 tra Bellinzona e Locarno e in parte sulla S3 tra Bellinzona e Luino. Vi è inoltre in progetto di prolungare il servizio di trasporto con questi nuovi treni da dicembre 2008 anche a sud di Chiasso, verso le stazioni di Como e Albate Camerlata.

Ulteriori contenuti