Ancora in crescita le prestazioni delle FFS – risultato positivo nonostante perdite nel settore merci.

Nel primo semestre 2007 le FFS registrano un utile aziendale di 92.3 milioni di franchi, ossia 32.9 milioni in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Traffico viaggiatori e Immobili hanno in gran parte contribuito allo sviluppo positivo. Le prestazioni del traffico viaggiatori e merci sono superiori a quelle del primo semestre 2006. Con una perdita paragonabile a quella dello scorso anno di -35.5 milioni di franchi, FFS Cargo non è riuscita a migliorare il risultato finanziario del comparto merci.

Nel primo semestre 2007 l’utile d’esercizio del gruppo FFS è nettamente migliorato crescendo del 66,1 percento, a 160.3 mio. di CHF. Nel 2006 la cifra era di 96.5 mio. di CHF. L’utile semestrale delle FFS aumenta del 55,4 percento, a 92.3 mio. di CHF rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Le prestazioni del traffico viaggiatori e merci sono sensibilmente cresciute. Nel comparto viaggiatori il numero di passeggeri-chilometro percorsi con i treni delle FFS è salito del 5 percento, mentre FFS Cargo ha aumentato le tonnellate-chilometro nette del 13 percento. I proventi dei trasporti sono migliorati del 6,9 percento rispetto allo stesso periodo del 2006, per un totale di 1'714.4 mio. di CHF.


Traffico viaggiatori.

Nel comparto viaggiatori gli introiti del traffico nel 1° semestre 2007 sono pari a 1'195.9 mio. di CHF (+6,2 percento). Il ricavo d’esercizio è cresciuto di 74.9 mio. di CHF, a 1'846.5 mio. di CHF. Anche i costi d’esercizio sono aumentati di 13.2 mio. di CHF, a 1'722.0 mio. di CHF. Con 90.9 mio. di CHF l’utile del comparto viaggiatori nel primo semestre 2007 supera di 52.8 mio. di CHF quello fatto registrare nel periodo in esame del 2006.

In particolare è sull’asse est-ovest nel traffico a lunga percorrenza Ginevra–Bienne–Zurigo e Ginevra–Berna–Zurigo–San Gallo che le FFS fanno segnare una crescita superiore alla media. Anche il settore della clientela abituale si è sviluppato positivamente: a fine giugno 2007 gli abbonamenti generali in circolazione erano 325'076 (giugno 2006: 299’177) mentre i metà-prezzo erano 2'083'995 (giugno 2006: 2'023’109).

La soddisfazione dei viaggiatori, con 77 punti, è superiore dello 0,2 a quella del medesimo periodo del 2006. In particolare la clientela valuta più positivamente la puntualità, l’informazione durante le perturbazioni e la pulizia sui treni. Sono invece valutate meno positivamente il rapporto prezzo/prestazioni e l’offerta di posti a sedere. In alcuni treni del traffico pendolare nelle ore di punta i posti disponibili sono scarsi. In questo ambito le FFS cercano di mantenere ad un livello più basso possibile il numero di posti in piedi con una diversa disposizione del materiale rotabile e un’informazione mirata alla clientela. Dove l’orario lo ha reso possibile sono stati potenziati i treni, come ad esempio al mattino sulle linee Zurigo–Basilea e Ginevra–Losanna.

Nel periodo in esame è stato raggiunto un accordo consensuale con Mister prezzi, che permette di aumentare in media del 3,1 percento le tariffe del trasporto pubblico viaggiatori a partire dal cambio orario di dicembre.

Con la messa in esercizio della nuova relazione TGV tra Basilea e Parigi nel giugno del 2007, il traffico internazionale viaggiatori ha nettamente aumentato la propria attrattiva. La collaborazione tra FFS e la società francese SNCF in Lyria, la filiale comune, è stata rafforzata e intensificata grazie a nuovi contratti. Le FFS stanno conducendo intensi colloqui con le ferrovie italiane FS riguardo allo sviluppo della società comune CisalpinoIl link si apre in una nuova finestra.. I problemi derivano dal preannunciato ritardo dell’industria nella consegna dei nuovi treni destinati alla Cisalpino.

La puntualità dei treni viaggiatori nel primo semestre 2007 è leggermente aumentata rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I treni giunti in orario sono stati il 96,3 percento (2006: 96,1 percento). Per la prima volta è stata misurata unicamente la puntualità nei giorni feriali. Durante i fine settimana essa risulta generalmente più elevata. Nel 1° semestre 2007 è stata anche valutata per la prima volta la «puntualità dei viaggiatori». Con il 94,7 percento essa risulta inferiore dell’1,5 percento alla puntualità di arrivo dei treni. In altri termini, i viaggiatori a bordo dei convogli molto frequentati nelle ore di punta sono toccati maggiormente dai ritardi. La disponibilità dei convogli ha potuto essere migliorata sensibilmente.


Traffico merci.

Nel primo semestre 2007 il comparto merci ha migliorato gli introiti del traffico del 7,6 percento, a 530.5 mio. di CHF. Con 6,8 miliardi di tonnellate-chilometro nette la prestazione nel traffico è cresciuta del 13,3 percento rispetto allo stesso periodo del 2006. Tuttavia non è stato registrato alcun miglioramento del risultato: nel primo semestre 2007 FFS Cargo fa segnare una perdita di 35.5 mio. di CHF, simile a quella dello stesso periodo del 2006.

Sono molteplici le cause che hanno portato a questo risultato insoddisfacente. All’estero FFS Cargo è cresciuta molto velocemente aumentando le prestazioni del traffico del 43 percento (Germania) e del 64 percento (Italia). Tuttavia le maggiori prestazioni non sono state realizzata da FFS Cargo, come auspicato, ma hanno dovuto essere acquistate in buona parte da terzi. La rapida crescita della clientela ha generato costi di costituzione iniziali più elevati rispetto a quelli preventivati.  

In Svizzera, la riorganizzazione dei trasporti tra determinati settori e i correlati trasferimenti dei traffici hanno generato maggiori costi, mentre le prestazioni nel traffico sono rimaste costanti. Nel primo semestre 2007 FFS Cargo è riuscita a concludere accordi con importanti clienti per un adeguamento a tappe dei prezzi negli anni a venire.

Nel settore della manutenzione FFS Cargo non ha ancora conseguito le riduzioni dei costi pianificate. In tal senso sono state attivate apposite misure.

Nel traffico merci le FFS e la SNCF si sono avvicinate stipulando accordi di cooperazione per la produzione transfrontaliera comune tra Mulhouse (F) e Buchs SG. Con ciò sono state gettate le basi per un potenziamento della collaborazione.

La puntualità nel traffico merci ha raggiunto gli obiettivi minimi prefissati. Nel traffico internazionale nord-sud è stato registrato un valore superiore all’80 per cento. Nel traffico merci interno la puntualità è stata invece dell’89 percento.

I fornitori e i clienti riconoscono in FFS Cargo un partner affidabile. Ciò non deve mutare. FFS Cargo intensificherà gli sforzi per aumentare la qualità in stretto contatto con la clientela. La strategia di FFS Cargo è corretta. Essa dovrà però essere applicata ancora meglio, in modo che possa essere raggiunto un risultato finanziario positivo con l’aumento dei trasporti.


Infrastruttura.

FFS Infrastruttura ha fatto segnare un utile di 10 mio. di CHF nel primo semestre 2007. Il dato corrisponde a una diminuzione di 10.8 mio. di franchi rispetto allostesso periodo del 2006.

Nel settore rete, la vendita di tracciati ferroviari si è nuovamente sviluppata positivamente. Nell’insieme sono state vendute 76,6 mio. di tracce-chilometro, l’1,6 percento in più rispetto al primo semestre del 2006. I chilometri percorsi da terzi sulla rete ferroviaria delle FFS sono aumentati del 6,9 percento, a 6,5 milioni di chilometri.

Per migliorare ulteriormente i risultati nel settore della rete negli ultimi mesi sono state adottate una serie di misure, in particolare mirate ad accrescere l’efficienza nel settore della manutenzione della rete. Per aumentare la puntualità sulla rete, le FFS hanno avviato uno speciale programma «puntualità». La misurazione della puntualità sulla rete FFS deve essere ulteriormente differenziata.

Nel settore energia le temperature miti hanno comportato un minore consumo di elettricità. I bassi prezzi sul mercato hanno permesso un’ottimizzazione dell’utilizzo di energia utilizzando meno la produzione propria, ricorrendo maggiormente a quella prodotta da terzi e mantenendo alto il livello dell’acqua nei bacini di produzione.


Immobili.

Il settore Immobili delle FFS ha registrato una crescita dei proventi del 2 percento, a 305.7 mio. di CHF. L’utile generato dalle vendite ammonta a 22.7 mio. di CHF (+37 percento). Il risultato semestrale negli affari immobiliari, dopo i pagamenti compensatori all’Infrastruttura e – nuovo – i versamenti per il risanamento parziale della Cassa pensioni FFSIl link si apre in una nuova finestra. è sceso del 48,6 percento, a 18.0 mio. di CHF.

Il giro d’affari nelle 30 maggiori stazioni è sensibilmente superiore a quello del precedente periodo in esame e ha superato nuovamente in modo netto la crescita fatta segnare nel commercio al dettaglio. I negozi ed i servizi nelle sette stazioni RailCityIl link si apre in una nuova finestra. fanno registrare un giro d’affari di 475 mio. di CHF (+7,3 percento).

Gli utili conseguiti nel settore immobiliare sono in parte stati versati all’Infrastruttura FFS sotto forma di pagamenti compensativi, in parte sono stati utilizzati per il risanamento parziale della sottocopertura della Cassa pensioni FFS.


Settori centrali e personale.

I settori centrali hanno chiuso il primo semestre del corrente anno con un risultato d’esercizio in pareggio. La riduzione dei costi presso determinate unità organizzative ha contribuito al miglioramento del risultato.

Nel complesso, nel primo semestre 2007 lavoravano per le FFS in media 27 500 dipendenti. Si tratta di 558 persone in meno rispetto al 2006. Nonostante il calo del personale, i relativi costi a fronte del nuovo CCL, delle trattative salariali dello scorso dicembre e delle maggiori spese per la Cassa pensioni, sono aumentati.

I risultati dell’inchiesta interna sulla soddisfazione del personale mostrano uno sviluppo negativo. Il valore d’insieme di tutti i settori è sceso da 62 a 59 punti. Si tratta del valore più basso dal 2002. Con l’adozione di misure in tutti i settori d’attività, l’azienda sta cercando di migliorare durevolmente questi valori. In particolare i cambiamenti di natura organizzativa dovranno essere pianificati e applicati meglio rispetto ad oggi, conferendo maggior peso ai colloqui anticipati con i collaboratori.

Con il 1° gennaio 2007 la Cassa pensioni FFS è passata dal primato delle prestazioni a quello dei contributi. Sempre a partire dal 1° gennaio 2007 è stato avviato il risanamento parziale della Cassa pensioni FFS per mezzo di un prestito garantito di 1,2 miliardi di CHF con scadenza a 25 anni. Il prestito viene remunerato con un interesse del 4 percento e ammortizzato dal 2011. Nel marzo del 2007, le FFS hanno versato alla Cassa pensioni FFS ulteriori 293 mio. di CHF.

L'insoddisfacente situazione della Cassa pensioni grava sull’azienda e sui suoi dipendenti in modo massiccio indebolendo sensibilmente la posizione dell’azienda sul mercato del lavoro.

Il finanziamento della Cassa pensioni accresce l’impegno finanziario generale delle FFS. Nonostante l’insieme della misure intraprese fino ad oggi l’azienda non è in grado di risanare da sola la Cassa pensioni. Le FFS si aspettano che anche la Confederazione dia il suo contributo. Il Consiglio federale in maggio ha deciso di elaborare un progetto di consultazione.


Prestazioni della mano pubblica.

L’insieme delle prestazioni della mano pubblica nel primo semestre 2007 ammontavano a 942.7 mio. di CHF (+2,0 percento). Gli indennizzi sono cresciuti di 15.5 mio. di CHF, a 334.1 mio. di CHF (+4,9%). Le prestazioni della Confederazione per l’Infrastruttura, conformemente ai pagamenti quadro per il mantenimento della sostanza e i contributi per l’esercizio, ammontano a 608.6 mio. di CHF (+0,5%).


Visione.

Nella seconda metà del 2007 le FFS si attendono una crescita costante della domanda e uno sviluppo positivo dei ricavi del traffico viaggiatori. La soddisfazione della clientela dovrà essere ulteriormente migliorata adottando misure per aumentare la puntualità e migliorare l’informazione alla clientela in caso di perturbazioni dell’esercizio ferroviario.

La preparazione per i campionati europei Euro 2008 prosegue senza sosta. Servizio, qualità e cortesia verso la clientela dovranno contraddistinguere le FFS durante l’importante manifestazione calcistica.

Nel settore International del traffico merci è attesa una crescita superiore alle attese: i relativi contratti sono stati sottoscritti in misura del 90 percento. Il risanamento del settore della manutenzione del materiale rotabile si ripercuoterà positivamente anche se con ritardo nella contabilità del comparto merci. Il comparto chiuderà anche nel 2007 con una perdita. Il deficit fatto registrato lo scorso anno probabilmente non potrà essere ridotto. A fronte dello sviluppo negativo del risultato nel primo semestre 2007, il raggiungimento nel 2008 dell’obiettivo delle cifre nere da parte di FFS Cargo è in pericolo. Una taskforce elaborerà entro fine anno un’analisi dettagliata della situazione.

Grazie ad un buon andamento degli affari, ad aumenti dei ricavi e ad un’ottimizzazione dei costi, le FFS prevedono nell’insieme uno sviluppo positivo del risultato nel 2007 a grandi linee simile a quello fatto registrare lo scorso anno.


Due importanti questioni politiche.

La Panoramica FTPIl link si apre in una nuova finestra. e il risanamento della Cassa pensioni FFS impegneranno l’azienda anche nella seconda parte del 2007.

Il progetto di «Sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria» (SIF)Il link si apre in una nuova finestra. permette una riduzione dei tempi di percorrenza nel traffico a lunga distanza sulle tratte principali, migliori coincidenze e un’offerta più densa per i viaggiatori. Nel contempo vengono creati i presupposti per il successo del trasferimento del traffico di transito merci dalla strada alla ferrovia. Affinché questi obiettivi possano essere raggiunti è però indispensabile che l’offerta di base SIF sia realizzata come proposto dal Dipartimento dei Trasporti.

Nell’ambito del risanamento urgente della Cassa pensioni FFS devono essere risanate anche le parti dei pensionati e degli aventi diritto ad una rendita AI. In questo ambito le FFS si attendono un aiuto da parte della Confederazione sotto forma di ricapitalizzazione per la parte pensionati e invalidi con prestazioni AI. La decisione del Consiglio federale di elaborare un progetto di consultazione per il risanamento della Cassa pensioni FFS, adottata durante il periodo in esame, è un importante passo verso una soluzione politica. Il progetto di consultazione dovrebbe essere presentato entro fine 2007. L’obiettivo della Confederazione deve essere quello di tendere la mano per il risanamento duraturo della Cassa pensioni FFS, che può essere conseguito unicamente con la costituzione di riserve di fluttuazione.

Ulteriori contenuti

Download.