Consiglio d’amministrazione concentra la manutenzione pesante delle FFS presso Viaggiatori.

Il Consiglio d’amministrazione delle FFS ha approvato la richiesta della Direzione delle FFS: la manutenzione pesante del materiale rotabile delle FFS viene riunita nella stessa unità aziendale. Lo Stabilimento industriale (SI) di Bellinzona passa così dal 1° gennaio 2009 dalla Divisione Cargo a quella Viaggiatori. Con la messa in rete degli stabilimenti industriali delle FFS all’interno del settore Viaggiatori, si schiudono vantaggi sinergici e nuove possibilità sul mercato per Bellinzona. FFS Cargo vuole far eseguire la manutenzione pesante a Bellinzona fino al 2013.

Il Consiglio d’amministrazione delle FFS ha deciso di trasferire all’interno delle FFS lo Stabilimento industriale (SI) di Bellinzona dalla Divisione Cargo a quella Viaggiatori dal punto di vista organizzativo. Il trasferimento operativo della conduzione dalla Cargo alla Viaggiatori è previsto per il 1° gennaio 2009. La decisione è stata presa dopo una discussione approfondita e in considerazione delle dichiarazioni e delle richieste dei partner sociali e della Commissione del personale dello Stabilimento industriale di Bellinzona. L’ultimo incontro tra FFS, Commissione del personale e partner sociali si è svolto questa mattina a Berna.

L’integrazione dello SI di Bellinzona dalla Divisione Cargo a quella Viaggiatori permette di concentrare la manutenzione pesante del materiale rotabile all’interno delle FFS. FFS Cargo può così concentrarsi sulla sua attività di base, ovvero il trasporto di merci. Con la messa in rete dei diversi stabilimenti industriali delle FFS, all’interno del settore Viaggiatori, si schiudono per Bellinzona miglioramenti e nuove possibilità sul  mercato.

Durante il processo decisionale, il Consiglio di amministrazione ha valutato approfonditamente i seguenti tre punti:

1. Le FFS vogliono un solido futuro per lo SI di Bellinzona. Le disposizioni della Tavola rotonda sono vincolanti per tutti i settori delle FFS, indipendentemente dall'attribuzione dello stabilimento industriale di Bellinzona ad una Divisione.

2. Nel quadro della Tavola Rotonda diretta dal signor Franz Steinegger, si sono svolti estesi colloqui. Il catalogo delle domande della Commissione del personale è stato trattato nell'ambito dei contatti avuti a Bellinzona. Le FFS hanno ritenuto molto importante la possibilità data di un intenso scambio di opinioni con i partner sociali e con i rappresentanti della Commissione del personale oltre a quello di aver potuto rispondere alle domande.

3. Le consultazioni e i colloqui con i collaboratori dello SI Bellinzona, con le Commissioni del personale, con i partner sociali, nonché con i Cantoni Ticino e Grigioni, hanno avuto luogo sulla base delle regole concordate tra le parti nel contratto collettivo di lavoro. Le prese di posizione sono state considerate, inoltre in diverse riunioni sono state discusse le domande delle rappresentanze del personale in sospeso. Alla Tavola rotonda del 18 novembre 2008 è stato inoltre discusso in maniera approfondita il passaggio delle officine.

Il Consiglio d'amministrazione ha incaricato la Direzione aziendale di rendere operativa la decisione in base ai seguenti punti cardine:

1. Come deciso alla Tavola rotonda del 18 novembre 2008, e oggi nuovamente ribadito, FFS Cargo vuole far eseguire a FFS Divisione Viaggiatori P-OP nell'unità di Bellinzona, la manutenzione pesante (delle locomotive di linea e dei carri merci) nel periodo di pianificazione fino al 2013. Si è anche tenuto conto di questo aspetto nella pianificazione a medio termine. Il presupposto affinché ciò si possa realizzarsi è l'attuazione e la concretizzazione del programma d'azione 2010, concordato nel corso della Tavola rotonda. Per aumentare in modo durevole la produttività dello SI Bellinzona dopo il 2010 sarà necessario adottare ulteriori provvedimenti entro i termini stabiliti. Con ciò vengono poste le basi del successo per l’acquisizione di mandati terzi, che per Bellinzona sono irrinunciabili. Il Consiglio di amministrazione delle FFS si rallegra per gli sforzi intrapresi negli ultimi tempi riguardo alle attività di vendita.  

2. L'integrazione dello SI Bellinzona nel settore della Divisione Viaggiatori comporta il trasferimento nel CCL delle FFS dei contratti di lavoro, attualmente conformi al Codice delle Obbligazioni (CO). Il diritto acquisito viene garantito secondo le norme del CCL FFS. Lo SI Bellinzona sottostà alla BAR (regolamentazione specifica settoriale sulla durata del lavoro) del settore manutenzione della Divisione Viaggiatori (P-OP). La partecipazione del personale è regolata in base alle norme del CCL FFS (con riserva del punto 3 seguente).

3. La prima misura è quella di attuare senza indugi il programma d'azione 2010, concordato nel corso della Tavola rotonda. Il programma d'azione, come pure il passaggio alla Divisione Viaggiatori, costituiscono una buona base per il futuro dello SI e della sede di Bellinzona.

4. Come stabilito dal signor Franz Steinegger, nell’ambito della Tavola rotonda del 18 novembre 2008, l'attuazione del programma d'azione va discusso in modo paritetico nei sottogruppi del gruppo di lavoro 2 della Tavola rotonda. Se non si giunge ad un’intesa decidono le FFS, in base all'organizzazione e alla regolamentazione delle competenze delle Officine di Bellinzona. Restano riservati i diritti di partecipazione conformemente al CCL. Se nel corso dell'attuazione dovessero delinearsi differenze sistematiche o sorgere problemi nelle questioni centrali, sarà convocata la Tavola rotonda.

Il Consiglio di amministrazione delle FFS e la direzione delle FFS si aspettano un rapporto regolare riguardo ai progressi nell’ambito del piano d’azione 2010.

Le FFS hanno un atteggiamento positivo riguardo all'idea di polo tecnologico nel trasporto su rotaia”, in particolare per il traffico merci. Tuttavia la sua attuazione dipende da misure politiche e per questo la politica deve assumersene la gestione. Nel quadro della pianificazione a medio termine, è necessario salvaguardare le opportunità che emergono dal Know-how e dagli impianti dello SI Bellinzona, per attività complementari all'odierna gamma di prestazioni.

Il Consiglio d’amministrazione delle FFS è convinto che con la decisione odierna e con i punti cardine stabiliti, il cui rispetto è necessario nella fase di attuazione, sono stati posti i binari giusti per affrontare con successo il mercato e garantire un futuro durevole alle officine di Bellinzona sotto il cappello delle FFS. La decisione odierna è pure espressione degli sforzi di tutte le parti in causa per permettere a FFS Cargo di offrire le prestazioni in modo affidabile e conforme al mercato, in particolare in previsione di periodi economicamente difficili. In questo modo vengono posti i presupposti per concludere di comune accordo e con successo la Tavola rotonda nel corso della prima metà del 2009.

I progressi conseguiti nell’ambito della Tavola rotonda, oltre alla decisione di trasferire dal punto di vista organizzativo lo SI di Bellinzona alla Divisione Viaggiatori, rappresentano delle importanti basi per un’ulteriore crescita della fiducia da parte della  clientela delle FFS e per il mantenimento e l’implementazione dei mandati della clientela medesima.

Nuovo direttore da febbraio 2009

Ulteriori contenuti