Stazione FFS di Chiasso Smistamento: ammodernamento e potenziamento.

La Stazione merci FFS di Chiasso Smistamento sarà dotata di una moderna sella di lancio, binari di transito supplementari, una nuova zona di ricovero per le locomotive e nuovi spazi amministrativi. Gli interventi di ammodernamento e potenziamento, progettati e realizzati da FFS Infrastruttura, saranno eseguiti a moduli da metà 2008 a fine 2009. L’investimento globale supera i 26 milioni di franchi.

La liberalizzazione del trasporto merci europeo ha profondamente mutato lo scenario nazionale e internazionale del settore. Da una gestione monopolistica da confine a confine di singoli operatori statali – FFS, FS, DB – si è passati a più imprese di trasporto ferroviario (ITF), private e non, che offrono servizi nazionali e transnazionali tra due o più Stati.


Nuovo sistema di comando sella di lancio.

L’evoluzione del settore ferroviario del trasporto di merci richiede infrastrutture moderne e nuovi processi di lavoro, in grado di garantire l’elevata qualità richiesta ed un trattamento paritetico delle imprese di trasporto ferroviario.

Il nuovo sistema di comando della sella di lancio è stato progettato tenendo conto di queste nuove esigenze. Il progetto contempla il rinnovo e l’automazione del sistema di comando degli scambi, della disposizione degli itinerari che percorrono i carri sulla sella di lancio, come pure la gestione automatica dei freni di binario per rallentare i carri lanciati in discesa. La sella di lancio attualmente in servizio terminerà il suo ciclo di vita nel 2009.

La nuova sella di lancio ricalcherà lo schema attuale – 3 fasci e 27 binari di formazione treni – ma permetterà, grazie all’automazione e alla tecnologia di ultima generazione, di accrescerne notevolmente la produttività: dagli attuali 80 carri merci l’ora sarà possibile smistare fino a 125 carri l’ora. Il processo di automazione comporterà la soppressione di due posti di lavoro. La riduzione del personale avverrà in base a fluttuazioni naturali e senza licenziamenti. L’investimento per l’ammodernamento della sella di lancio ammonta a 16.5 milioni di CHF; l’esecuzione dei lavori è programmata da luglio ad agosto del 2009.


Ampliamento del fascio di transito treni, nuovo programma di gestione e nuovi uffici.

Il potenziamento dello scalo chiassese da parte di FFS Infrastruttura concerne pure i binari di transito situati ad ovest della stazione merci, detti «fascio U». Grazie all’aumento da tre a cinque binari il traffico merci potrà essere gestito in modo più razionale. In sintesi, tutti i treni in transito verso sud e nord giungeranno e ripartiranno dal medesimo binario e lo scalo resterà aperto 24 ore su 24 (rispetto alle 12 ore attuali). Saranno quindi eliminati gli attuali onerosi spostamenti da un settore della stazione merci all’altro. La nuova gestione avrà ripercussioni positive sulla produttività grazie a una riduzione dei costi di produzione e dei tempi di sosta dei treni. I tempi di attesa diminuiranno da 3 ore a 75 minuti al massimo. Il nuovo concetto di gestione dei treni merci determinerà un minore fabbisogno di personale di manovra che sarà ridotto di circa dieci unità. Anche in questo caso la riduzione di personale avverrà cercando di sfruttare al massimo le fluttuazioni naturali e senza licenziamenti.

L’investimento al fascio U ammonta a 9 milioni di CHF; gli interventi sono programmati da giugno a dicembre del 2008.

Con il potenziamento del fascio U, buona parte delle attività operative e di produzione delle imprese di trasporto ferroviario merci, dei servizi di frontiera CH/I e dei servizi di FFS Infrastruttura saranno trasferite presso questo impianto. In vista del cambiamento FFS Immobili edificherà 250 m2 di spazi per uffici a sud del fascio di transito U. L’inizio dei lavori è previsto a giugno del 2008. L’investimento ammonta a 850 000 CHF.

Infine, nella parte a sud-ovest della stazione in prossimità dell’accesso alla galleria Monteolimpino 2, FFS Infrastruttura costruirà una nuova zona di ricovero per locomotori delle imprese di trasporto ferroviario (ITF) italiane. L’obiettivo principale è di riunire in una sola area di facile accesso tutti i locomotori delle ITF e di trasferirvi tutte le attività dell’attuale vecchio Deposito FS di Trenitalia Cargo, oggi situato nella parte a est e in conflitto con la circolazione del traffico passeggeri (via Monteolimpino 1). L’investimento ammonta a 1.1 milioni di CHF, l’esecuzione dei lavori è programmata da gennaio ad aprile del 2009.

Gli interventi comunicati oggi alla stampa – ad eccezione della zona di ricovero per locomotori – non fanno parte del pacchetto di investimenti da 100 milioni di CHF presentato a gennaio 2006 da FFS Infrastruttura e previsti nei prossimi 10 anni nel comparto ferroviario di Chiasso merci e viaggiatori.


Il ruolo della stazione FFS di Chiasso Smistamento

Oltre che svolgere le attività di formazione treni merci per l’Italia, la Svizzera e la Germania, Chiasso sm svolge una funzione di «cuscinetto» nello scambio di materiali tra le diverse ITF.

Attualmente a Chiasso Smistamento sono attive 11 Imprese di Trasporto Ferroviario (ITF):

  • FFS Cargo (CH)
  • BLS Cargo (CH)
  • DB Railion (D)
  • Crossrail (CH)
  • Rail4Chem (D)
  • Trenitalia Cargo (I)
  • SBB Cargo Italia (I)
  • Railion Italia (I)
  • NordCargo (I)
  • Impresa Ferroviaria Italiana (I)
  • Hupac S.p.a (I)

Sella di lancio: collinetta dalla quale vengono fatti partire per inerzia i carri merci, in seguito smistati sui diversi binari in vista della formazione di nuove composizioni di treni.

Ulteriori contenuti