Battezzato ICN «Harald Szeemann» alla stazione di Locarno-Muralto.

Rappresentanti del governo ticinese, del Festival del film e delle FFS hanno battezzato oggi pomeriggio alla stazione di Locarno-Muralto un treno ICN ad assetto variabile con il nome Harald Szeemann, curatore di mostre d'arte svizzero di fama mondiale. Gli ICN giungeranno in Ticino nel dicembre 2008 e collegheranno ogni due il Ticino alla Svizzera tedesca.

Harald Szeemann, storico d'arte e curatore di mostre scomparso nel febbraio del 2005, era molto legato al Ticino dove risiedeva con la famiglia. Nato a Berna nel 1933, Zeeman è conosciuto a livello mondiale per le sue esposizioni internazionali e come direttore artistico della Biennale di Venezia.

Con il battesimo dell'ICN Harald Szeemann alla stazione di Locarno-Muralto il Presidente dl Consiglio di Stato ticinese, Marco Borradori, Marco Solari, Presidente del FIFL, Thierry Lalive d'Epinay, Presidente del CdA FFS e il CEO delle FFS, Andreas Meyer, hanno ricordato la vita e l'opera del grande uomo di cultura. Alla cerimonia hanno p reso parte la vedova di Szeemann, Ingeborg Lüscher, e sua figlia Una Szeemann.

I treni ICN ad assetto variabile saranno impiegati dalle FFS sull'asse del San Gottardo con il cambio orario del 14 dicembre 2008. Gli ICN, dotati di carrozze ristorante, percorreranno la tratta Lugano–Basilea ogni due. Grazie alla maggiore velocità questi treni permettono di ridurre i tempi di percorrenza di un quarto d'ora rispetto ai treni convenzionali.

Nota alle redazioni. Oggi a Locarno è stato battezzato l'ICN 500 043-5, in esercizio dall'aprile del 2004 per le FFS. Questi treni attualmente sono impiegati tra Ginevra e San Gallo via Bienne e tra Bienne e Basilea. Da 14.12.2008 gli ICN viaggeranno tra Basilea e Lugano. La composizione è lunga 189 metri e offre nel complesso 489 posti a sedere. La velocità massima è di 200 Km/h.

Ulteriori contenuti