Consegna del primo «Domino» a RegionAlps.

Oggi le FFS hanno consegnato il primo convoglio, su un totale di 120 unità, per il traffico ferroviario regionale all'impresa di trasporto vallesana RegionAlps. La consegna ha avuto luogo all'InnoTrans di Berlino, la più importante fiera internazionale del settore. In Germania le FFS si sono presentate per la prima volta come partner specializzato nell'ammodernamento di treni già in servizio.

All'InnoTrans di BerlinoIl link si apre in una nuova finestra. è presente la prima di 120 composizioni spola denominate «Domino». Nei pressi del nuovo treno stazionato su un binario all'esterno della fiera si sono dati appuntamento oggi 80 persone tra specialisti, rappresentanti delle FFS, del Cantone Vallese, di RegionAlps, Bombardier e di Vallese Turismo. Le FFS hanno consegnato ufficialmente il primo treno spola regionale del tipo «Domino» alla società di trasporto ferroviario regionale RegionAlpsIl link si apre in una nuova finestra..

«Il fatto che ciò avvenga a Berlino e non in Svizzera conferisce un significato speciale a questo evento», ha sottolineato Philippe Gauderon, responsabile di Operating presso il traffico viaggiatori FFS. Il motivo di questa scelta inusuale è dovuto al fatto che il Operating è presente per la prima volta quest'anno all'InnoTrans Berlino in qualità di espositore. «Sfruttiamo questa piattaforma per posizionarci come offerenti competenti per i mandati di rinnovamento e trasformazione dei treni», ha aggiunto Gauderon. Un primo mandato è già stato acquisito dalle FFS: Travys Yverdon-les-Bains farà infatti modernizzare dalle FFS i suoi due treni spola per il traffico pendolare (NPZ).

Gli NPZ hanno raggiunto un'età media di 20 anni e devono essere adattati alle attuali esigenze della clientela. Invece di demolire man mano questo tipo di treni, le FFS hanno deciso di sottoporli a un programma di ammodernamento: ciò avverrà nelle Officine Yverdon per 120 automotrici (RBDe560/561) e in quelle di Olten per 121 veicoli di comando (Bt NPZ). Solo le carrozze intermedie, del tipo EW I e EW II, saranno sostituite con 140 nuove carrozze a pianale ribassato «Inova» della ditta Bombardier. I tre componenti insieme formano la nuova composizione spola «Domino», che può essere ampliata fino ad un massimo di quattro carrozze intermedie. «Il treno Domino rappresenta un mezzo di trasporto flessibile e innovativo ed adempie nel contempo alle attuali richieste del mercato», ha aggiunto Philippe Gauderon. Il treno offre: impianto di climatizzazione, accesso ribassato nella carrozza centrale, WC a circuito chiuso accessibile in sedia rotelle, un'informazione chiara per la clientela, la video-sorveglianza e un pulsante di allarme in caso di necessità.

«Con questo convoglio per il traffico regionale abbiamo un asso nella manica a favore dei nostri committenti», ha spiegato Martin Bütikofer, direttore del traffico regionale delle FFS. Un domino composto da tre unità rappresenta un'alternativa conveniente in termini di costi se paragonata all'acquisto di un nuovo treno. «Il Domino è un eccellente alternativa, in particolare negli agglomerati e nelle zone rurali», ha sottolineato Martin Bütikofer. Il treno spola è pure adatto per le percorrenze più lunghe caratterizzate da stazioni distanti fra loro. Con il prossimo cambiamento d'orario saranno già otto composizioni a disposizione: due «Glarnersprinter» e sei treni per RegionAlps. Con ogni probabilità Domino sarà impiegato anche nell'arco del Giura (Neuchâtel–La Chaux-de-Fonds). Attualmente sono in corso studi per un suo eventuale impiego anche su altre tratte. Entro il 2012, tutti i 120 NPZ saranno trasformati in convogli Domino.

Le immagini delle composizioni Domino sono disponibili su www.ffs.ch/fotoIl link si apre in una nuova finestra..

Ulteriori contenuti