Più treni e più posti grazie a miglioramenti puntuali.

Il 13 dicembre 2009 entra in vigore il nuovo orario 2010. Le FFS sono riuscite a generare offerte supplementari nel traffico a lunga percorrenza e regionale sia nelle ore di punta che in quelle marginali, nonostante la rete ferroviaria sia ormai particolarmente sovraccaricata. Nel traffico a lunga percorrenza le novità principali sono rappresentate da tempi di percorrenza più brevi tra la Svizzera e Parigi e tra Zurigo e Vienna; quest’ultima relazione disporrà inoltre di nuovo materiale rotabile. Come noto le FFS e Trenitalia riassumono la gestione autonoma del traffico internazionale tra i due Paesi.

Le FFS gestiscono la rete più densamente sfruttata al mondo sfiorando avvicinandosi sempre più ai limiti di capacità. Un grande ampliamento dell’offerta non è più realisticamente ipotizzabile senza importanti estensioni dell’infrastruttura ferroviaria. Tra queste figurano ad esempio il Passante ferroviario di Zurigo o gli ampliamenti nell’ambito del SIF (Sviluppo futuro dell’infrastruttura ferroviaria). Questi progetti devono essere realizzati rapidamente poiché la domanda di trasporto ferroviario da anni è in costante crescita. Ciò vale in particolare nelle ore di punta della giornata e nei collegamenti tra i grandi centri urbani.


Traffico internazionale: più veloci a Parigi, più comodi a Vienna.

Tra Parigi e Zurigo la novità è rappresenta da cinque collegamenti TGV giornalieri, ai quali se ne aggiungono quattro in direzione opposta. Da Basilea la clientela potrà per contro usufruire di cinque relazioni con la capitale francese nelle due direzioni. Grazie a potenziamenti infrastrutturali sulla linea ai piedi del Jura, i tempi di percorrenza tra Losanna e Parigi si ridurranno di 15 minuti.

I due collegamenti Railjet Zurigo HB–Salzburg e Zurigo HB–Salzburg–Vienna Westbahnhof (una coppia di treni al giorno per destinazione) pongono nuovi parametri in fatto di comfort. Accanto alle classi Economy e First Class saranno infatti offerti 16 posti di Premium Class. Tutte le composizioni delle ferrovie austriache ÖBB sono dotate di una carrozza Bistro e offrono un servizio di pasti al posto negli scompartimenti First e Premium Class. Inoltre i viaggiatori potranno beneficiare di tempi di percorrenza ridotti rispetto ad oggi.

Come già comunicato nel mese di settembre, le FFS e Trenitalia gestiranno di nuovo in proprio il traffico internazionale tra la Svizzera e l’Italia. La responsabilità operativa dei treni passa da una società all’altra al confine tra i due paesi. Zurigo e Milano saranno collegate ogni due ore – sette coppie di treni nelle due direzioni – con i pendolini ETR 470. Sull’asse del Lötschberg e del Sempione saranno in esercizio i nuovi ETR 610; tre coppie di treni collegheranno Basilea a Milano, mentre quattro, di cui una fino a Venezia, congiungeranno Ginevra a Milano.


Taffico nazionale: miglioramenti puntuali.

In Ticino sulla S10 tra Bellinzona e Chiasso vi saranno più collegamenti regionali nelle ore di punta. TILO introdurrà un nuovo collegamento giornaliero fino a Gallarate sulla S30 Bellinzona–Luino. Nella Svizzera tedesca i pendolari avranno a disposizione un nuovo collegamento Intercity (IC) da Berna a Zurigo HB. Il treno lascerà la stazione di Berna alle 16.14 e contribuirà ad aumentare la capacità di posti a sedere durante le ore di punta serali. Le FFS perseguono lo stesso obiettivo con il nuovo collegamento Interregio (IR) tra Berna e Spiez (Berna dalle 18.31). Il nuovo orario comprende inoltre un collegamento veloce tra Basilea e Briga (Basilea dalle 19.28, Berna dalle 20.35). Da Coira verso Zurigo sarà disponibile un nuovo collegamento IC mattutino da lunedì a sabato (Coira dalle 05.06, Zurigo HB alle 06.23). In questo modo i grigionesi saranno in grado di prendere i primi voli mattutini dall’aeroporto di Kloten.

L’IR Lucerna –Ginevra (Lucerna dalle 10.00, Ginevra alle 12.50) sarà prolungato fino all’aeroporto di Ginevra e contribuisce a colmare la lacuna di cadenzamento tra Berna e Ginevra. Nella direzione opposta viaggerà un nuovo collegamento IR da Ginevra aeroporto (15.01) a Lucerna. I collegamenti veloci Regioexpress nel canton Jura dal 13 dicembre saranno orari su tutta la linea Delle–Pruntrut–Delemont fino a Bienne. In questo modo tra Delemont e Bienne vi sarà un orario cadenzato alla mezz’ora.

Il servizio al posto di bibite e pasti in 1a classe introdotto sull’asse del San Gottardo il 1° agosto 2009 sarà ampliato dagli attuali 15 a 17 ICN ad assetto variabile. Questo servizio alla clientela è offerto tra Bellinzona e Arth-Goldau come progetto pilota fino al cambio orario dell’11 dicembre 2010.


Maggiori collegamenti serali e notturni.

L’orario cadenzato alla mezz’ora sarà prolungato di due ore fino alle 22 tra Olten e Soletta. Sulla linea Lucerna–Zugo–Zurigo nelle notti su sabato e domenica viaggeranno tre nuovi RegioExpress con supplemento notturno obbligatorio. A causa della debole domanda le corse dei bus notturni Nightbird Zurigo–Berna e Zurigo–Basilea saranno soppresse. Vi sarà però un nuovo collegamento bus Nightbird da Ginevra aeroporto a Berna.


Più posti per bambini e famiglie e meno carrozze del silenzio.

Oggi 20 treni IC a due piani su 40 dispongono di uno scompartimento giochi. A tappe, dall’estate del 2010, tutti gli IC a due piani saranno dotati di questo tipo di zona. Anche i treni IC a un piano e le composizioni ICN saranno tutte dotate a tappe a partire dal cambio orario con una zona famiglia. Questo scompartimento consente di riporre i passeggini, mentre sui tavolini sono disegnati giochi di società e permettono ad esempio di organizzare una partita in famiglia al «Gioco dell’Oca» durante il viaggio.

Nella messa in pratica delle disposizioni vigenti per le carrozze del silenzio, il personale del treno delle FFS è sempre più confrontato a una forte resistenza e all’incomprensione della clientela, in particolare durante le ore di forte afflusso di viaggiatori. In questi periodi della giornata, le FFS hanno registrato un aumento dei reclami. Sono particolarmente interessate dal fenomeno le composizioni a un piano del tipo EW IV e ICN. Inoltre le carrozze del silenzio limitano spesso la disponibilità di posti nelle carrozze a un piano per i gruppi che riservano i posti a sedere durante i viaggi, costringendo le persone a viaggiare separate o a dover scegliere altri treni. Per questi motivi le FFS intendono abolire gli scompartimenti del silenzio nelle carrozze di 2a classe a partire dal cambio orario.


In treno online: migliori collegamenti e coincidenze.

In collaborazione con Swisscom, le FFS offrono in oltre 70 carrozze di 1a prima classe dotate di zona Buisness un accesso a banda larga per Internet. Il treno diventa quindi un Hotspot viaggiante. Viaggiare comodamente e lavorare in modo efficiente sono argomenti che parlano chiaramente a favore della ferrovia. Fino ad oggi era possibile surfare su Internet tra Berna e Zurigo. Dal cambio orario sarà possibile farlo su banda larga anche tra Ginevra e Losanna e tra Berna e Thun. Inoltre Swisscom continuerà ad ampliare la rete esistente lungo la linea ferroviaria.

Laptop, telefonini portatili e apparecchi MP3 contraddistinguono i treni delle FFS. Da questo semplice presupposto aumentano anche le esigenze della clientela riguardo agli allacciamenti per l’alimentazione di questi apparecchi nei treni. Le FFS hanno fatto fronte a questa necessità dotando già il 20 per cento delle carrozze di 1a e 2a classe con prese d’alimentazione. Entro il 2013 le FFS disporranno di oltre 1200 carrozze dotate di presa di alimentazione, pari a oltre 35 000 prese.


Importo forfettario per i viaggi ferroviari all’estero.

La vendita di biglietti internazionali con l’ausilio della consulenza personale non copre i costi che genera. Per questo motivo, dal 13 dicembre 2009, per i viaggi all’estero acquistati a uno sportello delle FFS o tramite il Call Center delle FFS sarà prelevato un importo forfettario di 5.– CHF a persona e viaggio. L’importo forfettario è prelevato dal valore di 25.– CHF del biglietto. Le prenotazioni online di biglietti internazionali via Ticketshop delle FFS in Internet sono escluse dall’importo forfettario. Sono pure escluse per i bambini fino a 16 anni e viaggi all’estero nelle vicinanze della frontiera.

Il nuovo orario è consultabile su Internet dal 9 novembre 2009 e su telefonino portatile – iPhone e i telefonini compatibili con il software Java – tramite FFS Mobile.

Ulteriori contenuti