Più collegamenti regionali, meno treni internazionali in Ticino.

Con il prossimo orario in vigore dal 13 dicembre 2009, i collegamenti regionali sulla S10 tra Bellinzona e Chiasso sono potenziati nelle ore di punta serali con due treni supplementari. Nel traffico internazionale verso l’Italia si registra una diminuzione dei collegamenti giornalieri diretti tra Zurigo, rispettivamente il Ticino, e Milano.

Il prossimo orario in vigore da domenica 13 dicembre 2009 riconferma l’apprezzata offerta cadenzata nel traffico regionale adottata lo scorso anno. Sulla S10, un treno ogni 30 minuti collega Bellinzona e Chiasso (Biasca e Albate Camerlata ogni 60 minuti). L’offerta per i pendolari, effettuata ogni 15 minuti durante le ore di punta del mattino e della sera, viene potenziata con 2 corse serali supplementari da lunedì a venerdì.

Sulla linea S20 un treno regionale ogni 30 minuti – durante gli orari dei pendolari ogni 15 minuti – collega Bellinzona a Locarno assicurando le coincidenze a Bellinzona per il traffico a lunga percorrenza e a Giubiasco con la S10.

Sulla S30 un treno ogni due ore mette in relazione Cadenazzo a Luino, con coincidenza a Cadenazzo sui treni IR. Su questa linea la novità è costituita da una coppia di treni TILO, che collegano (Airolo–) Bellinzona (pt. 7.54) a Gallarate (ar. 9.47). Il ritorno da Gallarate a Bellinzona è previsto alle ore 15.13 con arrivo alle 17.08. A Gallarate sono presenti interscambi rapidi verso la nuova fermata della fiera di Milano a Rho, la stazione di Milano Garibaldi e Domodossola.


Collegamenti nazionali e internazionali.

Dal cambio orario, treni ad assetto variabile ICN e ETR 470 congiungono ogni ora in alternanza la stazione FFS di Lugano a Basilea e Zurigo. Le relazioni da e per la stazione FFS di Locarno-Muralto, effettuate con treni InterRegio delle FFS, sono confermati ogni ora in alternanza da Basilea e Zurigo. I viaggiatori dispongono di coincidenze immediate con la S10 alla Stazione FFS di Bellinzona da e per Lugano–Chiasso e Como–Albate.

Nel traffico internazionale sull’asse del San Gottardo, la mancata introduzione dei nuovi treni ETR 610, comporta una diminuzione dei collegamenti giornalieri che passano da nove a sette coppie tra Zurigo e Milano. Dal 13 dicembre 2009 le relazioni Zurigo–Milano sono offerte ogni due ore con treni ETR 470. Questi treni eseguono una fermata commerciale alla stazione di Chiasso e il cambio di treno a Lugano per raggiungere Milano o Zurigo non è più necessario. La riduzione di due coppie di collegamenti tra Zurigo e Milano è reputata necessaria per garantire la stabilità d’orario sull’asse del San Gottardo; due composizioni ETR 470 di riserva – una presso la stazione di Milano Centrale, l’altra in quella di Zurigo – potranno così essere impiegate in caso di forti ritardi dei treni in circolazione sulla linea del San Gottardo.

Nel corso del 2009 la società Cisalpino finanziava anche tre coppie di collegamenti veloci tra Bellinzona e Milano. Questi treni non sono più effettuati dal cambio orario. I viaggiatori dispongono di alternative verso Milano Centrale con i treni regionali TILO e Trenitalia. Ad esempio è possibile giungere alla Stazione di Milano Centrale da Bellinzona, Lugano o Chiasso alle ore 8.25 o 8.55, utilizzando i treni TILO fino a Como, o Chiasso, e proseguendo sui convogli di Trenitalia (con due fermate a Seregno e Monza). Anche per il ritorno alle 16.10 e 18.10 è possibile rientrare con treni regionali Trenitalia da Milano Centrale in Ticino (cambio treno a Como o Chiasso). A questi collegamenti si aggiungono gli EuroCity da Milano Centrale a Zurigo ogni due ore (pt. ore 17.10 e 19.10).

Ulteriori informazioni sull’orario: www.tilo.ch.

Ulteriori contenuti