Tornato alla normalità il traffico ferroviario.

Il traffico ferroviario in Ticino è tornato a poco a poco alla normalità dopo la panne di corrente alla rete delle FFS occorsa oggi. Tra le 12.30 e le 13.30 circa è venuta meno la corrente di trazione, provocando un'interruzione alla circolazione dei treni delle FFS in tutto il Ticino. A fronte dei lavori di manutenzione sulla linea di 132 Kilovolt delle FFS sul San Gottardo, il Ticino ferroviario è stato gestito conformemente ai piani come un'isola. Delle variazioni di frequenza verificatesi verso le ore 12.30 hanno comportato il disinserimento automatico della centrale elettrica delle FFS al Ritom e del convertitore di frequenza delle FFS a Giubiasco. Le cause della panne di corrente sono attualmente al vaglio delle FFS.

Dalle ore 13.30 circa i treni in Ticino hanno ripreso a circolare. Dopo la panne di corrente durata un'ora circa i treni hanno potuto tornare in esercizio a poco a poco. La rete delle FFS a nord del San Gottardo non è stata interessata dalla mancanza di corrente.

A fronte dei lavori di manutenzione sulla linea di 132 Kilovolt delle FFS sul San Gottardo, il Ticino ferroviario è stato gestito conformemente ai piani come un'isola. La linea ad alta tensione sul San Gottardo è stata messa fuori esercizio. La centrale elettrica delle FFS al Ritom e il convertitore di frequenza delle FFS a Giubiasco hanno approvvigionato la rete delle FFS durante la sospensione dell'erogazione. Questa procedura viene effettuata dalle tre alle quattro volte l'anno.

Per motivi tutt'ora non noti verso le ore 12.30 in Ticino si sono verificate forti variazioni di frequenza. Queste hanno comportato il disinserimento automatico per mezzo dei sistemi di protezione dei generatori della centrale elettrica delle FFS al Ritom e del convertitore di frequenza delle FFS a Giubiasco. Le cause della panne sono attualmente oggetto di indagine interna.

Tra Göschenen e Bellinzona sono stati organizzati dei bus sostitutivi per la clientela. dei bus. Due treni del traffico a lunga percorrenza sono rimasti bloccati sulla tratta e sono stati trainati dai treni di spegnimento e salvataggio di Airolo e Bellinzona. Due altri treni a lunga percorrenza hanno potuto proseguire la corsa fino alla stazione successiva soltanto dopo il ripristino della corrente di trazione.

Le FFS si scusano presso la loro clientela per i disagi sopraggiunti a causa dell'interruzione dell'erogazione di energia elettrica. I viaggiatori interessati sono pregati di mettersi in contatto con il servizio alla clientela tramite il sito www.sbb.ch/it/kundendienst o al numero di telefono gratuito 0800 401 401.

Ulteriori contenuti