Nessun compromesso in materia di sicurezza.

A livello europeo le FFS raggiungono elevati standard In materia di sicurezza: oggi sulla rete svizzera 100 impianti di controllo dei treni (ICT) sorvegliano il traffico ferroviario. Sull’arco delle 24 ore gli impianti ICT svolgono automaticamente una moltitudine di funzioni di controllo. Essi forniscono così un importante contributo alla sicurezza del traffico ferroviario. Entro il 2016 saranno 200 gli ICT presenti sulla rete delle FFS.

A Coppet le FFS hanno da poco messo in esercizio il loro centesimo sistema ICT. I diversi apparecchi di misurazione e i sensori presenti negli impianti sorvegliano una moltitudine di parametri sull’arco dell’intera giornata. Essi riconoscono carenze tecniche prima che queste siano in grado di generare un evento sulla rete ferroviaria, è ad esempio il caso per i sensori che segnalano lo spostamento del carico trasportato dai treni merci, il superamento della massa rimorchiabile o l’altezza dei carri rispetto ai profili delle gallerie, oppure ancora le perdite di sostanze chimiche. Il primo impianto è stato messo in esercizio nel 1973. Gli ICT sono posti in rete e collegati il Centro di intervento di Erstfeld. Da questa sede, in caso d’allarme, vengono immediatamente prese tutte le misure di intervento richieste.

Con i suoi 81 impianti, il sistema di controllo del surriscaldamento delle boccole dei freni e di localizzazione dei freni bloccati è quello più utilizzato sulla rete ferroviaria. Questo impianto misura la temperatura degli assi e dei dischi dei freni dei treni in transito. Durante la misurazione i sensori riconoscono i ceppi, i dischi dei freni o i cuscinetti surriscaldati. Nel 2009 gli ICT hanno fatto scattare 2'500 allarmi, di cui 21 sono stati catalogati come pericolosi per l’esercizio ferroviario. Dal 1998 non vi sono più stati deragliamenti causati da boccole surriscaldate o freni bloccati.

Grazie al 100 esimo ICT sulla loro rete, le FFS dispongono a livello europeo di un centro di competenza unico nel suo genere. Nonostante le sfide future per l’infrastruttura ferroviaria in ambito finanziario, le FFS non intendono scendere a compromessi per quanto attiene la sicurezza. L’attuale rete ICT sarà ampliata: nel 2016 saranno 200 gli impianti di controllo e misurazione presenti sulla rete delle FFS. Questi impianti forniscono un importante contributo al mantenimento della sicurezza del traffico ferroviario in Svizzera.

Ulteriori contenuti