Il personale delle FFS ha un forte legame con l'azienda, ma è meno contento.

I collaboratori delle FFS sono impegnati e legati all'azienda, ma sono meno soddisfatti del loro lavoro rispetto agli anni scorsi. Questo è quanto emerso dal sondaggio sulla soddisfazione del personale condotto nel 2010. La Direzione del Gruppo ha preso atto con tono preoccupato dei risultati, che però non sorprendono se si considerano le importanti sfide dell'azienda. La Direzione analizzerà nel dettaglio i risultati del sondaggio ed elaborerà misure di miglioramento. Il potenziale del personale FFS è grande e deve essere meglio riconosciuto e sfruttato.

Stando ai dati emersi dal sondaggio 2010, con 72 punti su 100 impegno e attaccamento per l’azienda risultano relativamente elevati nonostante la tendenza al ribasso. Hanno invece segnato un calo la soddisfazione del personale (58 punti rispetto ai 64 del sondaggio precedente) e la fiducia nella Direzione del Gruppo (43 punti; 2006: 51 punti) e nelle direzioni delle singole Divisioni. Hanno ricevuto un giudizio positivo temi quali team, cultura della sicurezza, contenuti di lavoro, superiori diretti e obiettivi del Gruppo/strategia.

La Direzione del Gruppo si dice contenta del forte legame del personale con l'azienda, ma ha preso atto con preoccupazione del deterioramento dei valori del sondaggio: «Quanto emerso mi ha turbato», ha dichiarato il CEO delle FFS Andreas Meyer. Nel contempo i risultati non sono sorprendenti se si tiene conto delle molte sfide cui le FFS sono confrontate quest'anno. Ad esempio sul personale e sull’intera azienda gravano i contributi per il risanamento della Cassa pensioni, anche se la Confederazione fornirà probabilmente un apporto considerevole. A questo si aggiungono le trattative in corso per il CCL con il necessario adattamento al mercato del sistema salariale, il maggior fabbisogno per il mantenimento dell'infrastruttura ferroviaria, il nuovo orientamento in seno alle Divisioni Infrastruttura e Cargo come pure le discussioni politiche sul futuro finanziamento dei trasporti pubblici. «Nel 2010 abbiamo creato trasparenza in molti settori», ha precisato Meyer. «E questo è doloroso.»

Nelle settimane seguenti i risultati saranno analizzati nelle singole unità organizzative delle FFS a tutti i livelli, al fine di trovare misure di miglioramento. «Grazie al dialogo con i dipendenti sono consapevole che in molti casi è difficile riconoscere e sfruttare il potenziale dei collaboratori della base. Questo devo migliorare» ha aggiunto il CEO delle FFS. Inoltre è primario rafforzare il dialogo tra i collaboratori della base e i quadri, migliorare la comprensione comune che verte sulle sfide imprenditoriali, mostrare ai collaboratori le prospettive e il cammino da compiere insieme verso un futuro costellato di successi.

Il sondaggio sulla soddisfazione del personale 2010 si è svolto da metà settembre a metà ottobre 2010 (parzialmente anche online) e sono stati coinvolti tutti i 25 000 collaboratori e collaboratrici delle FFS. Il tasso di risposta è stato del 57 percento, più elevato rispetto agli anni precedenti. Nel 2009 era stato condotto un sondaggio su un campione di 2000 collaboratori; nel 2006 in tutta l'azienda esclusivamente in forma cartacea.

Ulteriori contenuti