Xrail aumenta la competitività del traffico merci su rotaia.

Sette imprese ferroviarie europee leader nel trasporto merci hanno fondato oggi a Zurigo l’alleanza Xrail. L’obiettivo è di rendere il traffico internazionale a carri completi più efficiente e vicino alle esigenze dei clienti. Le imprese si prefiggono di migliorare nettamente la competitività del traffico merci su rotaia e fornire così un contributo attivo al decongestionamento del traffico stradale e alla tutela dell’ambiente.

Il traffico a carri completi rappresenta circa il 50% del traffico merci europeo su rotaia. Alcuni studi dimostrano che questo settore ha un ottimo potenziale di crescita a livello internazionale. Poiché rappresenta la modalità di trasporto più importante, è ora necessario renderlo più interessante ed efficiente. Ed è questo lo scopo della nuova alleanza Xrail, fondata ufficialmente giovedì a Zurigo con la firma dell’accordo di cooperazione da parte dei CEO delle ferrovie partner. I sette soci fondatori sono CD Cargo, CFL cargo, DB Schenker Rail, Green Cargo, Rail Cargo Austria, FFS Cargo e SNCB Logistics.

L’alleanza mira a incrementare la qualità e la competitività del traffico a carri completi europeo su rotaia rispetto al trasporto su strada. «Grazie alla stretta collaborazione nei processi di produzione e informazione, possiamo sfruttare un elevato potenziale per generare più efficienza e qualità», ha spiegato Günther J. Ferk, responsabile del progetto Xrail. Con questa alleanza i clienti usufruiscono di standard di produzione transfrontalieri applicati in tre ambiti: affidabilità (puntualità pari almeno al 90% nel traffico a carri completi internazionale per i collegamenti all’interno della rete Xrail), trasparenza (orari ferroviari internazionali per i binari di raccordo dei clienti, sistemi di informazione attivi), processo dell’offerta (risposta entro 3 giorni per richieste standard).

Un’alleanza di produzione con potenziale di crescita

Già alcuni clienti hanno potuto usufruire degli standard di Xrail nel corso della fase pilota. Xrail collega ora tra loro le principali aree economiche di Belgio, Germania, Lussemburgo, Austria, Svezia, Svizzera e Repubblica Ceca. A tale scopo Xrail usa l'infrastruttura già esistente degli assi di transito TEN-T dell’Unione europea (Trans European Transport Network). L’obiettivo a lungo termine di Xrail prevede di realizzare per il traffico a carri completi una rete capillare europea di qualità elevata. Nel traffico a carri completi i costi fissi rappresentano circa il 90% dei costi totali. Per questo motivo i partner dell’alleanza intendono sfruttare la loro rete in modo ottimale, al fine di garantire l'ulteriore sviluppo del traffico a carri completi. Di questa novità beneficerà anche l’ambiente: il bilancio ambientale dei trasporti di merci su rotaia è nettamente migliore di quelli su strada, soprattutto per i trasporti su grandi distanze.

Informazioni su Xrail.

Il progetto Xrail è stato avviato nel 2007 a Parigi sotto l’egida dell’Unione Internazionale delle Ferrovie (UIC). Da allora i partner dell’alleanza, coordinati dall’UIC, hanno sviluppato una serie di standard di produzione internazionali, i sistemi informatici e le misure necessarie a migliorare la qualità, oltre a stilare il contratto per l'alleanza. Oliver Sellnick, direttore del traffico merci presso l’UIC, ha affermato: «L’alleanza costituisce il fondamento per garantire un traffico a carri completi duraturo in Europa». Xrail comprende la produzione del traffico a carri completi internazionale tra le varie ferrovie merci. Non si occupa né del traffico con treni blocco né del traffico intermodale con casse mobili. Anche per quanto riguarda l’aspetto commerciale del traffico a carri completi, come ad esempio il contatto con i clienti e la definizione dei prezzi, le singole imprese ferroviarie continueranno a gestirsi autonomamente, restando in concorrenza tra loro. Con i clienti dell’alleanza, invece, i partner di Xrail si impegnano a rispettare gli elevati standard concordati in materia di qualità e di servizio.

Trovate altre informazioni su Xrail e sul traffico a carri completi nei factsheet pubblicati su www.xrail.euIl link si apre in una nuova finestra..

Le foto della firma dell’accordo Xrail del 18 febbraio 2010 possono essere scaricate gratuitamente da www.xrail.euIl link si apre in una nuova finestra. e pubblicate.

Ulteriori contenuti