Le FFS modernizzano l’attuale flotta.

Le FFS proseguono nel processo di rinnovamento della flotta esistente per poter far fronte alla scarsità di materiale rotabile attesa negli anni a venire. Le FFS risaneranno e doteranno di climatizzazione 180 carrozze di seconda classe a un piano Bpm 51. L’investimento ammonta a 86 milioni di franchi. La cura di ringiovanimento permetterà di utilizzare il materiale rotabile oltre il 2020 sulle linee svizzere. Le FFS acquistano inoltre 13 elettrotreni del tipo GTW di proprietà della BLS, per l’attuazione del concetto di trasporto regionale nel Jura bernese e solettese.

La vasta offerta ferroviaria nel traffico a lunga percorrenza ha portato il parco del materiale rotabile delle FFS al limite delle proprie capacità. Nei prossimi anni è prevista un’ulteriore crescita della domanda che richiederà a sua volta un potenziamento dell’offerta. Le FFS adottano numerose misure per contrastare le strettoie che si delineano nell’ambito della disponibilità del materiale rotabile. Entro il 2030, le FFS investiranno circa 20 miliardi di franchi in mezzi propri per l’acquisto di moderni treni. Nel corso della prima parte dell’estate, con l’assegnazione del mandato per i nuovi treni a due piani nella lunga percorrenza, l’azienda assegnerà la più importante commessa di materiale rotabile della sua storia.


Programma fitness per 180 carrozze di 2. classe.

Le FFS rivalorizzeranno 180 unità su un totale di 203 carrozze di seconda classe del tipo Bpm 51. Gli Stabilimenti industriali di Olten e Bellinzona risaneranno e doteranno di climatizzazione le carrozze nell’arco dei prossimi tre anni. L’investimento complessivo è di 86 milioni di franchi. Le carrozze hanno un’età media di 35 anni. Grazie alla cura di ringiovanimento la loro durata di vita si prolungherà di otto–dieci anni. Anche in futuro le Bpm 51 saranno impiegate tra Ginevra e Briga, sulla linea Basilea–Aarau–Zurigo–Ziegelbrücke–Coira, sul San Gottardo e in altre relazioni a seconda delle necessità.

I lavori contemplano l’istallazione dell’impianto di condizionamento dell’aria, la revisione dei carrelli, un nuovo sistema per il freno d’emergenza, l’automazione delle porte di salita e discesa, l’istallazione di un sistema di apertura laterale selettivo delle porte e il risanamento delle casse dalla ruggine. Le carrozze saranno rinnovate all’interno e dotate di nuova livrea esterna. Grazie a questi interventi, le FFS fanno un ulteriore passo nel rafforzamento della qualità offerta alla clientela.


Nuovi elettrotreni GTW per l’offerta di trasporto nel Jura.

La strategia delle FFS non punta unicamente al rinnovo del materiale rotabile esistente, ma anche all’acquisto di nuovi veicoli. Le FFS acquistano quindi dalla BLS 13 elettrotreni del tipo GTW del costruttore Stadler Rail orientandosi in modo sempre più marcato verso i bisogni della clientela. Il Consiglio d’amministrazione delle FFS ha avvallato il necessario credito di 61,9 milioni di franchi.

I treni GTW sono stati acquistati dalla BLS nel 2004. I convogli si adattano perfettamente per l’adozione a partire da cambio d’orario del 2013 – così come richiesto dalla committenza – del nuovo concetto di trasporto regionale nel Jura bernese. A partire da quella data, i treni circoleranno da Bienne a Sonceboz-Sombeval dove saranno separati: una parte del convoglio proseguirà verso La Chaux-de-Fonds, l’altra verso Soletta via Moutier.

Le FFS e la BLS hanno già informato riguardo ai dettagli del nuovo management di linea previsto a partire da dicembre 2010 nell’area di Lucerna ovest e nel Jura bernese e solettese. Fino all’arrivo dei 13 elettrotreni GTW il servizio sarà offerto con i treni Domino. Durante questo periodo i GTW viaggeranno a Lucerna ovest.

Ulteriori contenuti