Le FFS rinunciano a inoltrare l’offerta per la gestione del traffico ferroviario regionale in Piemonte.

Le FFS rinunciano ad inoltrare un’offerta concreta per la gestione del traffico ferroviario regionale in Piemonte. L’insufficiente sostenibilità economica e le complesse condizioni quadro sono le principali cause che hanno influito sulla decisione.

Nel 2009 la Regione Piemonte ha indetto una gara pubblica europea per le prestazioni di traffico regionale. Nell’ambito del bando di concorso i responsabili della Regione si sono rivolti anche alle FFS, chiedendo attivamente all’azienda ferroviaria di prendere in considerazione una sua eventuale partecipazione.

Dopo un’analisi dettagliata della documentazione relativa al bando di concorso, la Direzione del gruppo FFS ha deciso di rinunciare all’inoltro dell’offerta. Un eventuale impegno delle FFS avrebbe anche offerto delle opportunità, l’analisi ha però dimostrato che per le FFS l’incarico non sarebbe stato economicamente sostenibile. Accanto a un’insufficiente sostenibilità economica globale, anche i fattori legati alla complessità delle condizioni quadro – strutture di distribuzione e vendita laboriose, forti dipendenze difficili da influenzare nei siti di manutenzione del materiale rotabile, restrizioni concernenti il piano orario, ecc. – hanno contribuito alla decisione di non partecipare alla gara.

Ulteriori contenuti