Giovedì oltre 40 000 scolari in viaggio.

Giugno è il mese delle gite scolastiche. Quest’anno la maggior parte delle classi sarà in viaggio nel corso delle prossime due settimane per la tradizionale uscita annuale. Unicamente questa settimana sono circa 150 000 le scolare e gli scolari che viaggiano in treno, di cui 40 000 nella sola giornata di domani. Le FFS impiegano per l’occasione numerose carrozze supplementari e treni speciali.

Se domani la meteo sarà favorevole, numerose classi scolastiche utilizzeranno i treni delle FFS per le escursioni estive: oltre 40 000 scolare e scolari, equivalenti a circa 1800 classi, sono annunciate per la tradizionale gita di fine anno. Durante la settimana 23 del calendario saranno nel complesso circa 6000 le classi, per un totale di 150 000 scolari, ad utilizzare i trasporti pubblici per raggiungere le destinazioni di montagna, dei laghi o i luoghi turistici svizzeri. In questo periodo, la prenotazione dei posti con un certo anticipo da parte dei docenti è ritenuta indispensabile.

Le FFS impiegano numerosi treni speciali o potenziati con maggiori posti a disposizione. Anche nel corso di questa settimana sono in esercizio diversi treni speciali e circa 180 carrozze supplementari. Il materiale di rinforzo permette di gestire contemporaneamente, in modo sicuro e puntuale, il forte afflusso degli studenti in gita e il normale traffico ferroviario rappresentato dai pendolari e dai turisti. Nel corso dell’intero mese delle gite scolastiche sono attese sui mezzi pubblici complessivamente circa 20 000 classi per un totale di 500 000 studenti.

I giorni di martedì e giovedì sono di regola quelli prediletti per le gite. Il lunedì è invece scelto dalle classi che visitano un campus durante l’intera settimana. Le mete preferite per le gite di un giorno sono i Grigioni, la Svizzera Centrale e il Vallese. Il Ticino è invece la meta prescelta per le escursioni di più giorni.

Ulteriori contenuti