Le FFS accolgono con soddisfazione il piano del Consiglio federale per un nuovo fondo infrastrutturale per il traffico d'agglomerato.

Le FFS accolgono con soddisfazione i propositi del Consiglio federale di finanziare l'infrastruttura ferroviaria mediante l'istituzione di un fondo infrastrutturale per il traffico d’agglomerato e potenziare progressivamente le infrastrutture ferroviarie. Il nuovo sistema dovrà garantire la copertura a lungo termine del fabbisogno finanziario per l'esercizio e la manutenzione, come pure per il potenziamento dell'infrastruttura ferroviaria. Lo sviluppo dei trasporti pubblici è un elemento molto importante per la qualità di vita, la prosperità economica e la coesione sociale del nostro Paese.

Oggi la Svizzera vanta uno dei migliori e più efficienti sistemi di trasporto pubblico del mondo. La sua rete ferroviaria contribuisce in modo decisivo a garantire il benessere e le pari opportunità di tutte le persone che vivono nel nostro Paese. Per mantenere questo vantaggio e far fronte alle esigenze di mobilità in costante crescita, nei prossimi anni e decenni l'infrastruttura ferroviaria dovrà essere sviluppata in funzione delle necessità. Attualmente, tuttavia, il finanziamento non è garantito, come hanno dimostrato le FFS con il loro audit della rete. Alla luce della situazione odierna, nei settori dell'esercizio, della manutenzione e anche nell'ambito del potenziamento, il fabbisogno futuro di risorse supera di gran lunga i mezzi a disposizione. Un riordinamento del sistema di finanziamento è quindi indispensabile. Le FFS sono quindi riconoscenti che il Consiglio federale abbia affrontato questo tema.

Le FFS accolgono quindi con soddisfazione il piano del Consiglio federale che prevede di creare un fondo infrastrutturale completo e illimitato nel tempo per il traffico d'agglomerato al posto dell'attuale Fondo FTP. Il nuovo sistema dovrà garantire la copertura del fabbisogno finanziario per il mantenimento e lo sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria a lungo termine. Anche le regole di gestione del fondo dovranno essere chiare e trasparenti. Inoltre per le FFS è importante poter disporre anche in futuro di uno spazio d'azione imprenditoriale per l'impiego delle risorse finanziare. Solo in questo modo sarà possibile creare gli stimoli volti ad aumentare l'efficienza.

Le FFS sostengono la procedura, prevista a tappe, per gli ulteriori potenziamenti dell'infrastruttura (Ferrovia 2030), che dovranno essere pianificati e attuati sulla base di chiari criteri di priorità. I progetti selezionati, oltre ad avere un ottimale rapporto costi/benefici, dovranno permettere di migliorare sensibilmente l'offerta di posti a sedere e di eliminare le strettoie. Per le FFS, il miglioramento dell'offerta lungo l'asse est-ovest, fortemente sollecitato, mediante l'aumento della capacità tra Olten e Zurigo nel Canton Argovia è prioritario e non dovrebbe più essere procrastinato nel tempo.

Ulteriori contenuti