Nuove leve in Ticino nel traffico a lunga percorrenza: Consegnati i diplomi a 19 nuovi agenti del treno.

Sono stati consegnati questo pomeriggio al Castelgrande di Bellinzona i diplomi a 19 nuovi agenti del treno del traffico a lunga percorrenza delle FFS. Tra i nuovi diplomati ben undici sono rappresentanti del gentil sesso. La crescita dell’organico permette l’accompagnamento dei treni nazionali e internazionali con due agenti, in questo modo sarà possibile migliorare ulteriormente l’assistenza alla clientela sull’asse del San Gottardo.

Questo pomeriggio al Castelgrande di Bellinzona undici donne e otto uomini hanno ricevuto il diploma di agente treno delle FFS. «In Ticino erano 13 anni che non si presentava una simile opportunità in questo settore di attività», ha sottolineato il capo regione della gestione dell’esercizio Viaggiatori, Flavio Crivelli. «La presenza di undici donne è estremamente positiva per due aspetti: essa porta una ventata di aria nuova in un settore che in Ticino era ancora caratterizzato da una forte presenza maschile, inoltre permette ora di formare team misti, molto apprezzati dalla nostra clientela», ha spiegato Flavio Crivelli. Il potenziamento dell’organico è parte del Programma nazionale delle FFS per il potenziamento del personale dei treni nell’ambito dell’«accompagnamento di due agenti nel traffico a lunga percorrenza». Le FFS hanno fissato al 2014 il termine per l’accompagnamento dei treni a lunga percorrenza con due agenti; sull’asse del San Gottardo ciò sarà già fattibile dal cambio orario di dicembre 2011 grazie alle nuove e ai nuovi agenti entrati oggi a far parte del team delle FFS. 

Tra le numerose persone annunciatesi sono stati scelti 15 candidati fra i 20 e i 40 anni di età, che hanno iniziato il loro percorso formativo il primo di novembre 2010, mentre altri quattro agenti treno provengono dalla Login, l’associazione per la formazione nel mondo dei trasporti.


Dodici mesi di formazione pratica e teorica

I nuovi diplomati hanno seguito un corso di formazione di 12 mesi. Essa pone l’accento sulla responsabilità individuale dei futuri collaboratori. Lo svolgimento della parte pratica è coadiuvata da assistenti di formazione, in gran parte capotreni, che trasmettono le proprie esperienze alle nuove leve direttamente sul campo. Dopo aver assolto alla prima fase di apprendimento, servizio alla clientela, biglietteria e una piccola parte dell’esercizio ferroviario e ottenuto un esito positivo ai relativi esami, la formazione è proseguita con una fase di due mesi di lavoro autonomo, come secondo agente. Gli ultimi tre mesi hanno invece permesso alle nuove leve di apprendere le nozioni sulla circolazione dei treni.

Al termine della formazione gli apprendisti hanno dovuto superare cinque fasi di esame: tre esami teorici e due pratici. I 19 nuovi Agenti del treno avranno come base di lavoro Chiasso (10 donne e 3 uomini), Bellinzona (4 uomini e 1 donna) e  Erstfeld (1 uomo). 


Il Programma nazionale delle FFS per il potenziamento del personale dei treni nell’ambito dell’«accompagnamento di due agenti nel traffico a lunga percorrenza»:

Nel febbraio del 2009 le FFS hanno comunicato la volontà di aumentare di 125 unità a livello nazionale gli effettivi del personale d’accompagnamento dei treni entro il 2014. La misura consente di accompagnare tutti i treni a lunga percorrenza – Intercity e InterRegio – con due collaboratori. In questo modo le FFS migliorano da una parte il servizio alla clientela a bordo dei convogli, dall’altra tengono conto del desiderio espresso dal personale del treno e dal SEV per una maggiore sicurezza; in particolare nei convogli in circolazione durante le ore meno frequentate della  giornata con meno passeggeri a bordo. Fino ad oggi di principio erano scortati da due controllori i treni con oltre 400 persone a bordo o quelli in circolazione dopo le ore 22.

Ulteriori contenuti