Le FFS presentano la «Stazione su Internet».

La pagina web delle FFS è più vicina ai bisogni della clientela, più chiara e conforme all’utilizzo dai telefonini. La pagina dell’orario continua ad essere presente nella schermata iniziale. A breve la nuova pagina Internet sarà online. La nuova Website è maggiormente orientata ai bisogni della clientela, più immediata ed è stata adattata alle esigenze della telefonia mobile. La pagina dell’orario continua ad essere presente nella schermata iniziale.

Da oggi la clientela delle FFS accede ancora più facilmente ai treni. Grazie al rinnovato sito Internet, le FFS migliorano il servizio online rendendo più accessibili le loro offerte ferroviarie. Il sito Internet è più immediato e maggiormente orientato ai bisogni della clientela. La navigazione permette un rapido accesso alle offerte ferroviarie riguardo a: orari dei treni, idee per il tempo libero RailAway o prenotazioni di vacanze. «La clientela accede all’informazione desiderata con al massimo tre click », spiega Jeannine Pilloud, direttrice di FFS Viaggiatori. L’orario si trova nella pagina iniziale come nella versione precedente, ma presenta ora il vantaggio di potervi accedere da qualsiasi pagina.

Nella nuova versione della Website è pure stato migliorato il servizio di Ticket Shop FFS: l’acquisto di biglietti risulta più semplice, i clienti già registrati nel sistema possono ora creare una cartella Favoriti che permette loro l’acquisto del biglietto con un solo click. Inoltre grazie al Ticket Shop è possibile acquistare e utilizzare direttamente tramite la piattaforma elettronica i buoni regalo elettronici.

Lo sportello in tasca

Sono stati inoltre migliorati e resi più accessibili l’accesso e la visibilità dei dati su Internet anche per i possessori di apparecchi di telefonia mobile di ultima generazione come i telefonini e gli Smartphone. La clientela ha ora a disposizione maggiori informazioni su orario, traffico ferroviario e servizi nelle stazioni. L’acquisto di biglietti durante il viaggio avviene come già in passato tramite l’FFS Mobile App; per i sistemi d’esercizio più importanti l’applicazione può essere scaricata gratuitamente.

Grazie alla nuova piattaforma Internet delle FFS, la clientela ha a disposizione un assortimento più vasto di titoli di trasporto a prezzo vantaggioso per i viaggi internazionali; in particolare per le offerte comuni tra FFS e la DB verso la Germania. Chi pianifica in anticipo il viaggio approfitta di tariffe ribassate: un biglietto da Berna o Zurigo a Francoforte è ad esempio acquistabile al prezzo di 52 franchi. I clienti delle FFS possono anche acquistare e stampare autonomamente e senza spese aggiuntive un titolo di trasporto direttamente dai PC dell’orario presenti nelle stazioni di Basilea, Zurigo Stazione Centrale o aeroporto, Berna e Lucerna.

Con il rafforzamento dei  canali online, le FFS intendono semplificare l’accesso alla ferrovia alla loro clientela. «Con questo ampliamento dell’offerta Internet e Mobile rispondiamo a una crescente esigenza della clientela », sottolinea Jeannine Pilloud.

ffs.ch – ogni mese tre milioni di visitatori

La nuova veste grafica sostituisce quella presente dal 2004 sul sito Internet delle FFS; ffs.ch, con i suoi tre milioni di visitatori ogni mese, è uno dei siti Internet maggiormente cliccati in Svizzera. Venticinque diverse pagine Web con indirizzi sistemi propri e competenze diverse devono essere raggruppati, circa 13 000 pagine di contenuto vengono elaborate e aggiornate in quattro lingue. Durante lo sviluppo di ffs.ch sono stati anche presi in considerazione e integrati i bisogni delle persone diversamente abili. L’elaborazione del concetto e la sua messa in pratica sono stati realizzati in collaborazione con i due partner Unic e Namics. FFS Cargo, accessibile online nel sito www.ffscargo.comIl link si apre in una nuova finestra., sarà rinnovata nel prossimo autunno.

«Dopo aver ottenuto il premio speciale «Best of Swiss Web» per il sito Internet delle FFS nella primavera del 2010, avevamo l’ambizione di presentare al meglio questo lancio », spiega Peter Kummer, responsabile informatica IT delle FFS.

Ulteriori contenuti