Zugo–Arth-Goldau: Potenziamento per treni ogni trenta minuti Ticino–Zurigo.

La clientela ferroviaria beneficerà in futuro di collegamenti più frequenti tra Zurigo e il Ticino. In concomitanza con l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri nel 2019 sarà possibile adottare la frequenza semi oraria continua. Affinché ciò possa essere realizzato senza limitazioni per il traffico regionale della zona, presso Walchwil sulla sponda est del Lago di Zugo, sarà realizzato un binario supplementare. Da fine 2016, e per la durata del cantiere sull’arco di due anni, il traffico ferroviario a lunga percorrenza in direzione del Ticino dovrà essere deviato sulla sponda ovest del Lago di Zugo. La diminuzione del tempo di viaggio prevista con l’apertura della galleria di base del San Gottardo sarà realizzata a tappe.

Con la messa in esercizio della galleria di base del San Gottardo a fine 2016 e di quella del Monte Ceneri nel 2019, i tempi di viaggio in treno tra il sud e il nord delle Alpi si ridurranno in modo sostanziale. Affinché un maggior numero di viaggiatori possa godere di migliori relazioni dovranno di conseguenza essere potenziati anche gli accessi a nord del San Gottardo. Le FFS, in accordo con l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e i Cantoni, hanno quindi deciso la realizzazione di un secondo binario di 1,7 km di lunghezza a nord della cittadina di Walchwil, situata sulla sponda est del Lago di Zugo.  

Grazie a questo nuovo manufatto saranno generate maggiori capacità che renderanno possibili i collegamenti ogni trenta minuti nel traffico ferroviario nord–sud a lunga percorrenza, senza per questo essere d’intralcio al trasporto ferroviario regionale. I treni della S-Bahn S2 potranno inoltre utilizzare la fermata di Hörndli ogni trenta minuti al posto degli attuali sessanta minuti odierni. Le FFS intendono concretizzare gli interventi di ampliamento della rete combinandoli nel contempo con le misure di mantenimento della sostanza di gallerie, ponti, tecnica ferroviaria e binari.  

La misura di intervento più rapida contempla lo sbarramento sull’arco di due anni della tratta tra Zugo Oberwil e Arth-Goldau. Altri possibili scenari sono stati scartati a fronte delle importanti ripercussioni negative che avrebbero causato al traffico ferroviario. Ad esempio la realizzazione del binario supplementare abbinata al passaggio dei convogli  avrebbe prolungato il cantiere di sei anni, mentre il costo sarebbe lievitato di ulteriori 40 milioni di franchi. 

I lavori di cantiere presso Walchwil dovrebbero iniziare a fine 2016. Durante la durata del cantiere di due anni, il traffico ferroviario a lunga percorrenza tra il Ticino e Zurigo sarà deviato via Rotkreuz e sulla sponda ovest del Lago di Zugo. Nonostante ciò, da fine 2016 il tempo di viaggio tra il Ticino e Zurigo diminuirà di circa 20 minuti rispetto ad oggi grazie all’apertura della galleria di base del San Gottardo.  

Non saranno per contro interessati dal cantiere i viaggiatori sulla linea Berna/Basilea–Lucerna–Ticino. Essi beneficeranno immediatamente della diminuzione del tempo di percorrenza di circa 40 minuti resa possibile dall’apertura della galleria di base del San Gottardo. Per i viaggiatori tra Svitto/Uri e Zurigo sarà invece organizzato un trasporto sostitutivo. 

I lavori di potenziamento sono, ad eccezione per quelli di mantenimento della sostanza, parte del programma da 5,4 miliardi di franchi dello «Sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria» (SIF) della Confederazione. Gli investimenti per il raddoppio di binario presso Walchwil ammontano a 100 milioni di franchi, ai quali vanno aggiunti circa 100 milioni di franchi destinati al mantenimento dell’infrastruttura (tunnel, manufatti e tecnica ferroviaria).


Maggiori capacità a Rotkreuz

Lo sbarramento della tratta di due anni della linea Zugo Oberwil–Arth-Goldau contempla dal 2014 a fine 2016 anche interventi di potenziamento presso Rotkreuz. Per essere in grado di gestire tutto il traffico deviato è necessario realizzare all’uscita della stazione di Rotkreuz in direzione di Zugo, un binario supplementare di 700 metri di lunghezza. Anche con questo potenziamento permane comunque ancora un restringimento a un binario unico di un chilometro tra Rotkreuz e Zugo. Il completamento della linea a due binari era pianificata inizialmente nel 2025. Per poter sfruttare al meglio le sinergie questo raddoppio di binario tra Rotkreuz e Freudenberg sarà ora anticipato. Il binario supplementare di 1,7 chilometri aumenterà la capacità della linea e permetterà collegamenti ogni 15 minuti per la fermata di Hünenberg-Chämleten oltre che migliorare la puntualità dei treni. Questi ampliamenti di circa 30 milioni di franchi saranno anch’essi finanziati tramite il fondo del Programma SIF. Sulle sponde del Lago di Zugo saranno investiti complessivamente 230 milioni di franchi in infrastruttura ferroviaria.

Ulteriori contenuti

Contatti.

FFS SA

Comunicazione
Hilfikerstrasse 1
Casella postale 65
3000 Berna