Giornata nazionale «Nuovo futuro»: 700 ragazzi hanno oggi curiosato alle FFS.

Assicurarsi numerose e future nuove leve – una sfida decisiva per le FFS nei prossimi anni. Alla giornata nazionale «Nuovo futuro» dell’8 novembre, le FFS hanno voluto presentarsi al meglio a circa 700 potenziali futuri collaboratori. Anche i membri della Direzione del Gruppo Andreas Meyer, Jeannine Pilloud e Markus Jordi non hanno voluto rinunciare a salutare personalmente la nuova generazione.

700 circa tra ragazze e ragazzi hanno accompagnato questa mattina i loro papà o le loro mamme al lavoro. Nel pomeriggio, invece, le FFS li hanno fatti avvicinare alle professioni della ferrovia – in particolare quelle in cui la quota femminile o maschile è sottorappresentata. A Basilea il CEO Andreas Meyer ha salutato personalmente i ragazzi e si è intrattenuto con le ragazze per confrontarsi con la tematica «il lavoro di un CEO». Il capo del personale, Markus Jordi, ha da parte sua salutato i ragazzi a Thun, mentre il capo FFS Viaggiatori, Jeannine Pilloud, ha incontrato le giovani leve a Berna. A Basilea, Bellinzona, Berna, Losanna e Zurigo le ragazze hanno imparato a conoscere al simulatore il lavoro di macchinista, mentre a Zurigo, hanno seguito una architetto presso il «suo» cantiere. Da parte loro, i ragazzi a Losanna sono stati allo sportello o, come a Berna o Bellinzona, hanno dato uno sguardo al lavoro dell’ufficio viaggi FFS – due professioni in cui vi è un alta percentuale di lavoro femminile. «Tra un paio d’anni, quando i ragazzi e le ragazze dovranno decidere la loro futura professione, dovrebbero pensare anche alle FFS e candidarsi per le posizioni vacanti – nella distribuzione, nel traffico ferroviario o nelle professioni scientifiche» ha sottolineato Markus Jordi, capo delle risorse umane FFS.

Il capo del personale constata infatti come ancora oggi la scelta delle professione sia dettata da stereotipi legati al sesso. Questo acutizza la mancanza di nuove leve in alcune professioni, in cui già oggi le FFS fanno fatica a reclutare il personale. Se da una parte diminuisce il numero di chi entra nel mondo del lavoro, dall’altra aumenta il numero di chi lascia la vita lavorativa.

Alle FFS, tra il 2022 e il 2037, raggiungeranno l’età pensionistica circa 15 000 degli attuali 28 500 dipendenti. La giornata nazionale «Nuovo futuro» è una piattaforma interessante per il quarto datore di lavoro della Svizzera, per presentarsi alle nuove generazioni. Si rivolge a scolare e scolari degli anni 2000 e 2001 e si prefigge di promuovere una puntuale parità dei sessi nella futura scelta professionale e nella pianificazione della propria vita.

Da 11 anni le FFS partecipano alla giornata «Nuovo futuro», un tempo chiamata la «giornata delle ragazze», avvicinando le nuove generazioni a circa 150 professioni delle FFS. Questa non si tratta unicamente di un’esperienza per i ragazzi «anche i nostri collaboratori sono contenti di far scoprire ai loro bambini la loro professione», ha sottolineato Markus Jordi.

Maggiori informazioni: www.ffs.ch/nuovofuturoIl link si apre in una nuova finestra.

Ulteriori contenuti