Progetto pilota: gli Starbucks Coffeehouses sui treni Intercity.

Nel primo semestre del 2013 le FFS prevedono di integrare degli Starbucks Coffeehouses in due treni Intercity della tratta San Gallo–Ginevra. Grazie ad essi i viaggi in treno diventeranno ancor più attrattivi.

Per rendere il viaggio in treno ancor più attrattivo, le FFS continuano a sviluppare ulteriormente anche la ristorazione sui loro convogli. Nell'ambito di un progetto pilota, nel primo semestre del 2013 i clienti potranno compiere il loro viaggio in uno Starbucks Coffeehouse viaggiante di due composizioni della linea Intercity San Gallo–Ginevra. Il progetto pilota prevede la trasformazione del Bistrò e del ristorante di due treni bipiano Intercity 2000. Il Design è stato sviluppato di comune accordo dalla Starbucks e dalle FFS - l'evento Starbucks sarà adattato alle caratteristiche del treno bipiano. Nel treno i clienti potranno ordinare i loro prodotti Starbucks preferiti. Diversi prodotti saranno ottenibili anche al carrello Minibar.

Le FFS desiderano accrescere in modo mirato l'attrattiva dei viaggi in treno e avvicinare gli ospiti alla cosiddetta «sensazione Starbucks Third Place»: lo Starbucks a bordo delle FFS deve diventare un altro luogo in cui le persone si trovano bene. La Svizzera sarà così il primo Paese nel quale Starbucks sarà presente con un'offerta appropriata per i viaggiatori in treno. «Starbucks completerà la nostra offerta in maniera perfetta. Vogliamo con questo rivolgerci in special modo anche ai giovani ospiti e alle persone in viaggio d'affari», dichiara Jeannine Pilloud, capo di FFS Viaggiatori.

«La richiesta delle FFS per questo progetto pilota ci fa molto piacere ed è unica in questa forma», afferma Frank Wubben, Managing Director di Starbucks per la Svizzera e per l'Austria. «È di nuovo la Svizzera a svolgere un ruolo innovativo e di primo piano all'interno di Starbucks. Starbucks e la Svizzera hanno da tempo un rapporto speciale. Qui abbiamo aperto il primo Coffeehouse dell'Europa continentale, da Losanna comperiamo il caffè in tutto il mondo e nella Svizzera centrale acquistiamo le nostre macchine per il caffè», dice Rich Nelsen, Senior Vice President Starbucks EMEA.

La ditta affiliata delle FFS elvetino, che è strettamente coinvolta nel progetto, mantiene la competenza per la ristorazione nei treni delle FFS. I collaboratori e le collaboratrici interessati dal progetto svolgeranno la stessa formazione dei collaboratori e delle collaboratrici di Starbucks. Non saranno soppressi posti di lavoro. Se il progetto pilota avrà successo, le FFS e Starbucks verificheranno la possibilità di estendere l'offerta ad altri treni.

Elvetino

Starbucks Coffee Switzerland

Ulteriori contenuti