Frana a Gurtnellen: Linea del San Gottardo interrotta fino a lunedì.

Mercoledì pomeriggio alcuni massi staccatisi dalla parete rocciosa sovrastante sono caduti sui binari nei pressi della stazione di Gurtnellen. La parete rocciosa è giudicata instabile dai geologi. Per questo motivo durante il fine settimana saranno utilizzate cariche esplosive per la messa in sicurezza della zona. La linea resterà chiusa al traffico ferroviario tra Göschenen e Erstfeld fino almeno a lunedì alle ore 12.00. Sono previsti ritardi e cancellazioni di collegamenti. Tra Flüelen e Göschenen è stato approntato un servizio bus per la clientela in transito.

Ieri pomeriggio, a circa un chilometro di distanza sotto la stazione di Gurtnellen, sono franati da 300 a 400 metri cubi di materiale roccioso. Il grosso della frana è stato fermato dalle reti di protezione poste a monte del tracciato, le quali hanno mostrato la loro efficacia. Solo 5 metri cubi circa di materiale hanno raggiunto la zona dei binari. Il masso più grande ha una dimensione di 2 metri cubi. Poco dopo lo scoscendimento un treno merci di FFS Cargo ha urtato il materiale roccioso. Il macchinista ha frenato in tempo evitando danni al treno; nessuno è rimasto ferito.

I geologi, che nel frattempo hanno analizzato la situazione, ritengono che la parete sia instabile e che un secondo scoscendimento non sia da escludere. Per questo motivo sabato mattina sarà fatto ricorso a cariche esplosive per mettere in sicurezza la parete. Attualmente sono in corso i preparativi. In seguito sarà necessario sgomberare la zona dai detriti. La linea ferroviaria Flüelen e Göschenen dovrebbe di nuovo essere percorribile al più presto entro le ore 12.00 di lunedì 12 marzo. I treni diretti sono soppressi tra Arth-Goldau e Göschenen. Tra Flüelen e Göschenen è stato approntato un servizio bus per la clientela. Alla clientela che utilizza i treni del traffico internazionale viene consigliato di viaggiare sull’asse del Sempione.

Le informazioni sono ottenibili presso il sito www.ffs.ch/166Il link si apre in una nuova finestra. o al numero gratuito FFS-Hotline 0800 99 66 33.

Ulteriori contenuti