Porte aperte FMV: I cantieri della nuova linea ferroviaria Mendrisio-Stabio-Confine (-Varese) si presentano.

Si sono svolte ieri pomeriggio e questa mattina le porte aperte della nuova linea ferroviaria Mendrisio – Varese. Ottima l’affluenza di pubblico, la nuova linea suscita interesse: è infatti destinata a rivoluzionare il traffico ferroviario transfrontaliero.

Le porte dei diversi cantieri attualmente in corso per la nuova linea ferroviaria Mendrisio-Stabio-Confine (-Varese) si sono aperte venerdì pomeriggio, 25 maggio, alle 13 e sono proseguite fino a sabato a mezzogiorno. Numerosi i visitatori che hanno potuto vedere da vicino lo stato dei lavori, sulla parte di competenza delle FFS, di uno dei principali progetti ferroviari attualmente in realizzazione su suolo cantonale.

Sui 6.5 chilometri della futura tratta su territorio elvetico ad oggi si contano otto cantieri aperti, mentre altri quattro si apriranno nel corso dell’anno. Per i primi quattro chilometri e mezzo si sta procedendo al raddoppio della linea esistente, mentre i restanti due chilometri sono costruiti ex novo. Alla Stazione di Mendrisio i lavori sono a buon punto, qui è stato realizzato un nuovo marciapiede, una nuova pensilina e diversi adattamenti alla tecnica ferroviaria (nuovi binari, scambi, impianti di sicurezza e linea di contatto), mentre al momento sono in corso i lavori per il nuovo accesso principale ai binari. In zona Vallera, il punto di ritrovo delle porte aperte, si sta realizzando un nuovo ponte sul Laveggio, accanto al vecchio manufatto attualmente utilizzato dalla linea che collega Mendrisio al Punto Franco di Stabio. Ad ottobre 2012 il vecchio ponte verrà demolito e quello nuovo traslato al suo posto: il tutto sarà eseguito in cinque giorni, per non bloccare per troppo tempo la tratta. In novembre 2012 inizieranno invece i lavori per la realizzazione della fermata di Stabio, che sarà completato da un bike+ride e da un park+ride.

Accanto alla realizzazione delle linea ferroviaria rientrano nel progetto anche la realizzazione o l’adattamento dei manufatti stradali, come ad esempio la costruzione di un nuovo sottopasso o di una nuova rotonda stradale. A Stabio, in questi due giorni, i visitatori hanno potuto osservare i lavori in zona Santa Margherita, dove si sta realizzando un nuovo sottopassaggio stradale con marciapiede. Geograficamente, l’ultimo cantiere aperto su territorio elvetico è quello per il nuovo ponte sul fiume Gaggiolo, che segnerà il confine tra la parte svizzera e quella italiana della nuova tratta.

Parallelamente ai lavori edili, sulla prima parte della tratta (Mendrisio – Nuovo ponte sul Laveggio) si sta già procedendo anche all’installazione della tecnica ferroviaria e alla realizzazione della sottostruttura.

La consegna dei lavori è prevista nella prima metà del 2014.

Ulteriori contenuti