Impianti di controllo dei treni (ICT): FFS e BLS in rete per più sicurezza e stabilità.

Sono attualmente 140 gli impianti di controllo dei treni (ICT) di FFS e BLS che sorvegliano il traffico ferroviario sulla rete svizzera. Da maggio 2012 tutti questi impianti saranno collegati fra loro e allacciati a Erstfeld con la centrale d’intervento ICT delle FFS. Con questa operazione le FFS e BLS sviluppano ulteriormente la loro posizione internazionale in materia di ICT, peraltro già all’avanguardia. I primi risultati di questo scambio di dati a livello sovraordinato sono estremamente incoraggianti. Grazie alla messa in rete nazionale gli ICT offrono un prezioso contributo alla sicurezza, alla stabilità e alla puntualità del trasporto su rotaia.

Nell’ambito degli impianti di controllo dei treni (ICT) la Svizzera è mondialmente all’avanguardia. Attualmente sulla rete ferroviaria globale sono in funzione 140 impianti ICT di FFS e BLS – entro il 2016 saranno oltre 220. I differenti impianti di misurazione e di localizzazione espletano automaticamente, 24 ore su 24, tutta una serie di funzioni di sorveglianza dei pericoli della natura e di controllo dei treni che sfrecciano a tutta velocità, individuando difetti tecnici prima che causino una perturbazione della rete ferroviaria – come ceppi di freni bloccati, spostamenti di carichi, carichi eccessivi o fuoriuscite di merci pericolose esplosive. Secondo il tipo di impianto gli ICT vengono installati in prossimità delle frontiere nazionali, all’uscita di stazioni di smistamento o sulle linee di accesso a lunghe gallerie.

Ancor più all’avanguardia.

Dal mese di maggio 2012 le due reti ICT di FFS e BLS sono integralmente collegate fra loro e allacciate a Erstfeld con la centrale d’intervento ICT delle FFS. Questo ponte tecnico fra le due aziende consente il monitoraggio ininterrotto degli itinerari sull’intero territorio svizzero. In caso di allarme, la centrale d’intervento in qualità di punto di contatto centralizzato avvia immediatamente i necessari provvedimenti operativi.

Dai primi risultati dell’esercizio comune emerge che l’integrazione degli impianti permette di eliminare duplicati e ottimizzare i processi di allarme e d’intervento; consente inoltre di analizzare più rapidamente gli eventi. Gli ICT offrono dunque un importante contributo per un orario più stabile, valori di puntualità ottimizzati e una circolazione dei treni ancora più sicura in Svizzera. Con questa prima mondiale di scambio di dati a livello sovraordinato FFS e BLS evidenziano il loro ruolo pionieristico nell’ambito degli ICT.

Prospettive: integrazione internazionale.

Le FFS sono altresì impegnate nello sviluppo dell’integrazione internazionale degli ICT. In questo modo, laddove dovesse profilarsi un problema su rotaia questo potrà essere affrontato già alla stazione di frontiera – a beneficio della puntualità del traffico internazionale. Un primo collegamento in rete transfrontaliero verrà realizzato già quest’autunno a Nenzing (Voralberg) con un checkpoint del carico per ruota delle Ferrovie federali austriache. Ciò consentirà di reagire tempestivamente ad eventuali problemi di un treno già alla stazione di confine di Buchs SG.

Contatto.
Servizio stampa FFS: 051 220 41 11, press@ffs.chIl link si apre in una nuova finestra.
Servizio stampa BLS: 058 327 29 55, media@bls.chIl link si apre in una nuova finestra.

Ulteriori contenuti