Le aree delle stazioni delle FFS sono spazio pubblico: Il TF crea la sicurezza del diritto per la pubblicità di natura politica nelle stazioni.

Il Tribunale federale ha respinto con la sentenza del 3 luglio 2012 il ricorso inoltrato dalle FFS riguardo al manifesto sulla situazione politica in Palestina. La massima istanza federale ha confermato la decisione del Tribunale amministrativo federale. Quest’ultimo aveva obbligato le FFS ad esporre un manifesto con un messaggio di politica estera presso la stazione di Zurigo. Le FFS prendono atto della decisione e si dichiarano soddisfatte del fatto che viene generata la sicurezza del diritto riguardo alla pubblicità di natura politica nelle aree delle stazioni. L’azienda adatterà ora le sue prescrizioni e regolamenti in materia alla nuova situazione legale.

Le linee direttive delle FFS riguardo alla pubblicità, le promozioni e prese di posizione di natura politica erano relativamente restrittive. Le FFS rifiutavano sul proprio territorio fino ad oggi la pubblicità con contenuti di politica estera particolarmente scottanti.

In base a questi presupposti a inizio 2009 le FFS avevano nuovamente rimosso un’affissione esposta alla stazione centrale di Zurigo. La decisione era motivata da due criteri di fondo. Da una parte le FFS si erano impegnate a non prendere posizione su questioni di natura politica. Dall’altra esse vietavano la pubblicità di carattere politico sul proprio territorio. In questo modo l’azienda intendeva evitare di trasformarsi in obiettivo di azioni a sfondo politico.

Il Tribunale federale nella sua decisione definisce le aree delle stazioni spazio pubblico e giudica, sia il divieto generalizzato di affissione di manifesti con temi di politica estera, come pure il divieto generalizzato di pubblicità con contenuti di politica estera scottanti e il rifiuto di affissione per il manifesto sulla situazione politica in Palestina, lesivi dei diritti fondamentali e del diritto costituzionale. La prassi di concessione delle autorizzazioni delle FFS fino ad oggi in vigore, in particolare per quanto attiene la pubblicità di natura politica nelle aree delle stazioni sarà quindi adattata in ossequio alla decisione del Tribunale federale. Le FFS prendono atto della decisione e si dichiarano soddisfatte del fatto che in relazione alla gestione della pubblicità a carattere politico nelle aree delle stazioni sia stata creata una chiara sicurezza del diritto. L’azienda adatterà ora le sue prescrizioni e regolamenti in materia alle nuove condizioni quadro legali e le comunicherà una volta pronte.

“Manifesto sulla Palestina”

Ulteriori contenuti