I treni viaggiano di nuovo sulla linea del San Gottardo.

Gentile cliente,
egregio cliente,

Circa un mese dopo l'interruzione della linea del San Gottardo, i primi treni hanno ripreso a circolare il 2 luglio sulla tratta rimasta finora chiusa tra Erstfeld e Göschenen. La situazione ritorna pertanto alla normalità dopo che dal 5 giugno 2012 la linea non era più percorribile a causa di una frana presso Gurtnellen.

Per i clienti della ferrovia l'interruzione della linea, durata quattro settimane, è stata una vera prova di forza. Ma anche per le FFS e per FFS Cargo questa calamità naturale ha rappresentato una grande sfida che ha richiesto l'impiego di tutte le nostre forze. Cogliamo l'occasione per ringraziarvi di cuore per la pazienza e la comprensione, ma anche per l'eccellente collaborazione in questa situazione fuori dal normale.

Dopo l'esplosione è stato necessario effettuare numerosi lavori per mettere in sicurezza la parete rocciosa, prima di iniziare con la riparazione vera e propria della linea ferroviaria. Da un lato si è dovuto montare delle reti di contenimento su tutta la larghezza del luogo in cui è caduta la frana. Dall'altro è stato necessario effettuare migliaia di voli in elicottero per portare sul posto macchine edili, materassi di protezione e reti. 

Roberto Pedrazzini, responsabile dei lavori di ripristino, e i suoi collaboratori hanno posato 170 metri di nuovi binari in entrambe le direzioni, sostituito interamente il letto di ghiaia e gettato il calcestruzzo per quattro fondamenta per i pali della nuova linea di contatto. Inoltre, le linee di contatto distrutte anch'esse dalla frana sono state completamente rinnovate. Nella zona di Gurtnellen dove è caduta la frana, le reti di protezione saranno dotate in futuro di sensori in grado di rilevare immediatamente anche i più piccoli movimenti o smottamenti. Per il ripristino della linea 150 collaboratori hanno in parte lavorato in tre turni per rispettare la strettissima tabella di marcia.

Durante l'interruzione della linea, FFS Cargo ha lavorato impiegando tutte le proprie forze per liberare capacità da assegnare al traffico merci. Malgrado l'interruzione sia durata diverse settimane, FFS Cargo è riuscita comunque a effettuare una parte dei trasporti su rotaia. La massima priorità per FFS Cargo era l'approvvigionamento del Ticino. Siamo riusciti a trasportare ogni giorno da uno a due treni in più nelle due direzioni (nord-sud e sud-nord) sulla traccia Lötschberg-Sempione. L'unità di crisi della Vendita, che nelle ultime quattro settimane era composta da sei persone, ha gestito 24 ore su 24 il numero molto limitato di tracce e il team Cargo Operations ha realizzato il massimo numero di trasporti possibile, con grande impegno e molte ore di straordinario. Le prime stime delle FFS prevedono conseguenze finanziarie per svariate decine di milioni di franchi.

Siamo lieti di poter eseguire nuovamente i vostri trasporti attraverso il San Gottardo. FFS Cargo farà di tutto affinché l'attività dei trasporti possa riprendere il più presto possibile come d'abitudine. Poiché vi sono però ancora dei volumi residui da trasportare, è possibile che qualche trasporto possa subire dei ritardi durante questa settimana.

Ci scusiamo con voi per il gran disagio provocato dalla frana. Al tempo stesso desideriamo però ringraziarvi nuovamente per la vostra pazienza e anche per il vostro contributo attivo in questa situazione di emergenza.

Codrdiali saluti 

Peter Schär
Responsabile distribuzione

Ulteriori contenuti